Il sindaco di Pineto sbarra la strada che costeggia il Vomano

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

734

PINETO. Da lunedì prossimo, 10 novembre 2008, la strada che costeggia l’argine sud del fiume Vomano verrà chiusa al transito di qualsiasi mezzo a motore.
La decisione è stata presa dall'Amministrazione Comunale di Pineto con un'ordinanza firmata oggi dal sindaco Luciano Monticelli e che verrà notificata già domani ai residenti della zona e a quanti hanno necessità di procedere su questa strada per raggiungere proprietà e abitazioni.
Il provvedimento è stato adottato in seguito ai controlli eseguiti un mese fa circa durante i quali vennero scoperte numerose discariche abusive che inquinavano il lungofiume per un tratto di almeno 4 chilometri.
Ci fu da parte del sindaco Monticelli, dei volontari della Protezione Civile, del comando della Polizia Municipale e dei responsabili del laboratorio di Cerrano dell'Istituto Zooprofilattico un vero e proprio blitz con prelievi alle acque del fiume Vomano in vari punti.
Dai controlli emerse un quadro preoccupante: la presenza di rifiuti abbandonati, soprattutto materiali inerti come pannelli di eternit che contengono amianto, e sostanze di risulta provenienti da cantieri, confermava che lo stato di salute di questo tratto delle sponde del principale corso d'acqua della provincia di Teramo era pessimo.
«La problematica relativa all'abbandono dei rifiuti lungo la strada che costeggia l'alveo del Vomano, lato sud», spiega il sindaco Luciano Monticelli, «va avanti da troppo tempo. Dopo il blitz dell'altra volta si è deciso di procedere con un provvedimento esemplare perché non è possibile che si debba continuare ad attentare alla salute del nostro fiume Vomano».
Nella giornata di domani il sindaco incontrerà gli abitanti e i titolari delle imprese che opera in questa zona. La strada verrà chiusa con delle sbarre e per garantire l'accesso agli aventi diritto bisognerà consegnare loro copia delle chiavi per aprire i lucchetti.
L'ordinanza, che entrerà in vigore da lunedì prossimo, vieta l'accesso, la sosta e l'attraversamento con veicoli a motore con esclusione dei mezzi di soccorso, della pubblica amministrazione in servizio, delle forze di polizia e ovviamente gli autorizzati.
La violazione del divieto, salvo che il fatto non costituisca illecito penale, prevede un'ammenda che va da 25 a 500 euro. Alla polizia municipale, agli agenti ed ufficiali di polizia giudiziaria, agli uomini del Corpo Forestale dello Stato ai vigili provinciali, alle guardie ecologiche volontarie il compito di fare rispettare il provvedimento in questione.
«Sempre lunedì mattina”, ha concluso il sindaco Monticelli, “procederemo, con la piena collaborazione della provincia, alla binifica di tutte le aree invase dai rifiuti, sull'argine sud del fiume Vomano. E ribadisco che è mia ferma intenzione creare in questa zona un'oasi naturalistica».

05/11/2008 13.06