Arriva l'armadio rotante per l'ufficio dello Stato Civile

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1701

PESCARA. L'Ufficio Stato Civile del Comune di Pescara non verrà più trasferito a San Donato, presso l'ex sede della Circoscrizione.
Lo ha ufficializzato ieri mattina l'assessore delegato, ascoltato in Commissione Affari Generali.
«Anche in questo caso», ha sottolineato il capogruppo del Pdl Luigi Albore Mascia, «è stato riconosciuta la bontà della battaglia portata avanti da mesi dal Popolo della Libertà per impedire un decentramento sconsiderato delle funzioni anagrafiche». Però non è finita: resta, infatti, in piedi il progetto della giunta D'Alfonso di chiudere, comunque, prima di gennaio, gli uffici situati a Palazzo di Città, in via Calabria.
«Non condividiamo questa soppressione», ha aggiunto Mascia, «e chiediamo all'amministrazione un nuovo deciso passo indietro».
L'Ufficio Stato Civile verrà trasferito nella sede della Circoscrizione Porta Nuova, in piazza dei Grue, dove l'amministrazione dispone di locali al pianterreno oggi adibiti a magazzino per il servizio mensa.
Lì sarà sistemato uno speciale archivio, detto “armadio rotante”, che conterrà tutti i registri dello Stato Civile in possesso del Comune di Pescara, dai più antichi a quelli di oggi. Un armadio che per mole e funzionamento, dovrà essere collocato in una sede che possa assicurarne la fruizione, sede individuata nei locali della circoscrizione. Attraverso la messa a regime di tale strumento, sarà possibile completare un'operazione di decentramento destinata ad alleggerire sempre di più il carico di lavoro degli uffici situati nell'area di Piazza Italia e a rendere più capillari i servizi anagrafici per meglio rispondere alle esigenze e alle istanze dei cittadini e più autonome le Circoscrizioni.

28/10/2008 9.07