Mare Libero: «a Montesilvano pronti a cambiare il piano spiaggia»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1289

Mare Libero: «a Montesilvano pronti a cambiare il piano spiaggia»
MONTESILVANO Il Piano Spiaggia di Pescara fa da apripista all'occupazione del Demanio marittimo anche a Montesilvano. Il Comune, infatti, si appresta a modificare il Piano Spiaggia, di concerto con i balneatori.
Le modifiche riguardano ancora una volta una maggior occupazione di arenile: si pensa di autorizzare nuovi gazebo e ombrelloni bullonati, nello spazio compreso tra il muretto che delimiterà le concessioni e gli stabilimenti. Tra gli intenti c'è anche quello di tenere aperte le attività commerciali tutto l'anno.
«Per volere del Comune, a Pescara i cittadini non recupereranno più la Vista Mare, a Montesilvano si stanno preparando a perderla», commentano Loredana Di Paola e Guya Marconi dell'associazione Mare Libero.
Il Piano Demaniale Regionale, da' ai concessionari la possibilità di occupare fino a 250 mq di superficie coperta.
Spetterebbe ai singoli Comuni modulare questo parametro in base alle condizioni oggettive del proprio Demanio.
«Considerando le condizioni della spiaggia di Pescara devastata dall'abusivismo e di quella di Montesilvano significativamente ridotta dal fenomeno dell'erosione», continuano le rappresentanti dell'associazione Mare Libero, «qualunque intervento di un'amministrazione avveduta dovrebbe essere rivolto alla liberazione e non alla ulteriore occupazione di questi tratti di arenile».
Per l'associazione i prossimi passi in avanti del Comune di Montesilvano consolideranno «l' impressione che la spiaggia e il mare non siano più risorse naturali con un loro valore intrinseco ma una mera scenografia che fa da sfondo ad attività commerciali di tutti i tipi».
27/10/2008 15.26