Si apre sportello camper in corsa, muore bambino di 10 anni

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1542

TERAMO. Tragica fatalità ieri mattina nel tratto della carreggiata sud fra San Benedetto del Tronto e la Val Vibrata.
Un bambino di 10 anni stava dormendo nel lettino del camper in movimento, insieme alla mamma, quando il portellone, nella parte posteriore del mezzo, si è aperto all'improvviso.
Il bambino è volato via, ricadendo sull'asfalto dell'autostrada nella corsia d'emergenza. Anche la madre è stata scaraventata fuori dal veicolo. Non si sa ancora se anche per lei si sia trattato di un incidente o se la donna si sia gettata volontariamente nel tentativo di salvare il bambino.
Il padre ha visto la scena dallo specchietto retrovisore. E' rimasto sotto shock ma non ha potuto fare niente per evitare la tragedia.
Sul posto è arrivato subito l'eliambulanza del 118 partita da Pescara e mezzi di soccorso dalla vicina località marchigiana.
Le condizioni del bimbo, trasportato all'ospedale di Teramo, sono subito apparse gravissime: il ragazzino è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico ma è deceduto poco dopo.
La madre è tuttora ricoverata nel nosocomio di San Benedetto del Tronto con varie ferite ma non è in pericolo di vita.
Secondo quanto ricostruito, il camper modello Elliot 10/Autoroller a bordo del quale viaggiava la famiglia, originaria di Bari, procedeva a velocità regolare sulla corsia di marcia. Il mezzo era stato immatricolato a gennaio 2005.
Chiara, anche se per il momento inspiegabile, la dinamica dell'incidente, probabilmente da collegare a un difetto nella chiusura del portellone posteriore del camper, che si può manovrare soltanto dall'esterno e in corrispondenza del quale, in quello che si chiama serbatoio volumetrico, si trovano i letti dove dormivano madre e figlio.
Il tratto dell'autostrada teatro della tragedia è rimasto chiuso per quasi due ore, per consentire l'atterraggio dell'elicottero.

27/10/2008 9.26