Tar respinge un ricorso contro il Comune di Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

656

VASTO. Un punto a favore dell'amministrazione comunale di Vasto nella spinosa vertenza con alcuni balneatori sulle contestate recinzioni degli stabilimenti balneari della città adriatica. IL COMUNE VUOLE PIU' CONTROLLI
La sezione pescarese del Tar, infatti, ha respinto il ricorso del titolare della concessione 'Sabbia d'Oro', contro le disposizioni impartite dal Comune di Vasto.
La scorsa estate si era alzato il livello dello scontro perché l'amministrazione pubblica aveva intimato ai balneatori non in regola di rimuovere le recinzioni abusive.
Per proteggere cabine e strutture da ripetuti atti vandalici, molti imprenditori turistici vastesi hanno eretto attorno ai loro stabilimenti reti metalliche e impenetrabili siepi, impedendo per ampi tratti visuale e accesso diretto al mare, in special modo nella fascia centrale della riviera a Vasto Marina.
Una situazione non solo vastese, ma che si ripete lungo tutta la costa abruzzese.
Attivatasi per restituire ai cittadini la libera fruizione della spiaggia, l'amministrazione comunale vastese ha dato vita ad un lungo braccio di ferro con alcuni balneatori, taluni dei quali hanno scelto la via della giustizia amministrativa.
L'estate scorsa, in piena stagione balneare, velenose polemiche erano seguite al forzoso abbattimento della recinzione dello stabilimento 'La Sirenella', l'unica, fino ad ora, ad essere rimossa d'autorità.

27/10/2008 9.22

IL COMUNE VUOLE PIU' CONTROLLI

Maggiori controlli per i varchi e gli accessi in spiaggia e l'individuazione di un percorso di tutela della costa vastese.
Sono queste le richieste più impellenti fatte dal sindaco Luciano Lapenna nel corso di una riunione tecnica organizzata dal locale ufficio circondariale marittimo alla presenza di altri comuni della costa, dei circoli nautici e dell'Associazione Balneatori.
Un incontro, quello di stamane, che è servizio a fare il punto della situazione sulla stagione estiva 2008 ed iniziare a porre le basi per la programmazione 2009.
«Solo con la collaborazione delle autorità competenti – ha dichiarato il sindaco Luciano Lapenna – si può pensare di gestire al meglio la fruizione delle nostre coste. Molto, finora, è stato fatto. Tanto bisognerà ancora fare. Per quanto riguarda il servizio di salvataggio sulle aree di spiaggia libera, il Comune di Vasto lo ha garantito per tutta la stagione anche se per il futuro è ipotizzabile una maggiore concertazione con l'associazione dei balneatori».
L'assessore Nicola Del Prete ha invece posto l'attenzione sulle problematiche che da tempo affliggono la piccola pesca, costretta da anni a subire le incursioni illegali dei pescherecci sotto costa.
«Anche qui è necessaria la collaborazione delle autorità competenti – ha dichiarato Nicola Del Prete – e, allo stesso tempo, è importante individuare un percorso di tutela del nostro litorale o attraverso il ripopolamento o con la creazione di barriere anti strascico che scoraggino le incursioni illegali dei pescherecci sotto costa».
Il maresciallo dell'Ufficio Circondariale Marittimo, Antonio Colucci, che ha presieduto l'incontro su delega del comandante Fabio Occhinegro, si è detto disponibile ad organizzare in tempi ragionevolmente brevi un incontro tecnico sull'argomento.

27/10/2008 15.24