Morto Osvaldo Centorame, pioniere dei costruttori pescaresi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1740

Morto Osvaldo Centorame, pioniere dei costruttori pescaresi
PESCARA. Lutto nel settore delle costruzioni di Pescara. Si è spento sabato notte, all'età di 72 anni, l'imprenditore Osvaldo Centorame, pioniere dei costruttori pescaresi.
L'impresa edile Centorame ha iniziato a muovere i primi passi nel dopoguerra e la sua attività edile ha lasciato una profonda impronta, nel corso degli anni, nel capoluogo adriatico.
Tra i quartieri più noti della città, costruiti dall'impresa edile di Osvaldo Centorame, c'è l'ampia fetta residenziale che si sviluppa tra via Fonte Romana e via Pian delle Mele, nella zona dell'ospedale civile.
Sono tanti, comunque, gli interventi realizzati a Pescara dall'impresa diretta da Osvaldo Centorame.
La sua figura è legata anche al mondo dello sport: è stato presidente regionale della Fidal e vicepresidente del Coni Abruzzo.
Non solo. Osvaldo Centorame, come imprenditore, ha ricoperto il ruolo di vice presidente dell'Ance Pescara, presidente della Cassa Edile di Pescara, consigliere di amministrazione della Camera di Commercio sino a quattro anni fa e membro del direttivo dell'Unione degli Industriali della Provincia di Pescara. Un imprenditore che ha contribuito, con le proprie idee, alla crescita della città adriatica.
«E' stato un imprenditore di spessore, determinato e attivo; è stato uno degli ultimi costruttori, di quella generazione, che ha valorizzato con le proprie idee la città pescarese», ha ricordato Giuseppe Girolimetti, presidente dell'Ance Pescara. «La sua figura ha contribuito alla crescita dell'associazione dei costruttori e, come imprenditore, lo considero un punto di riferimento per la nostra categoria. Aveva tante idee ed iniziative da realizzare».
«E' stata un uomo di grande personalità e bontà», è il ricordo del figlio Pierluigi.
Osvaldo Centorame lascia la moglie Anna Maria e i figli Achille, Pierluigi, Gianluca e Federico. I funerali si svolgeranno lunedì 27 ottobre, alle ore 15, nella Chiesa della Madonna dei Sette Dolori, a Pescara.

27/10/2008 9.21