Eurobasket 2007, la Regione comincia a pagare

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1506

CHIETI. Eurobasket 2007: la Regione – Assessorato allo Sport - ha firmato la determina di pagamento. Il rendiconto è ok, i 5 milioni del contributo stanno arrivando.
Addirittura un primo fortunato creditore (si tratta di un piccolo imprenditore a cui la somma era stata assegnata dal Giudice) ha già avuto il mandato di pagamento.
Gli altri saranno pagati dal liquidatore nominato dal Tribunale di Chieti, dopo lo scioglimento del Comitato stesso, avvenuto il 3 ottobre scorso.
Al liquidatore, infatti, verrà inviata la somma tanto attesa, visto che il controllo del rendiconto ha avuto esito positivo.
L'impegno di spesa era stato già prenotato e la determina di pagamento – già pronta da giorni – è stata firmata con un po' di ritardo per il mancato arrivo alla Regione del certificato antimafia richiesto alla Prefettura di Chieti.
Un adempimento di routine, che però ha allungato questa storia travagliata. A Chieti, l'Ufficio governativo aveva fatto sapere che il certificato era stato spedito da alcuni giorni, ma l'architetto Virgilio Basile, assessorato allo Sport, ieri mattina presto non lo aveva ancora ricevuto sul suo tavolo.
«E siccome qui si fanno le cose in assoluta trasparenza – ha spiegato Basile – come dimostra anche il nostro sito istituzionale, state tranquilli: la firma è cosa fatta appena sistemato il certificato che manca. Per il resto il lavoro è finito».
Per fortuna di chi attende di essere pagato, la margherita da sfogliare (si paga, non si paga) ha smesso di essere sfogliata con la posta arrivata sul tardi.
Quindi in settimana i soldi saranno a disposizione dell'avvocato Giancarlo Tittaferrante che provvederà celermente agli adempimenti necessari.
In particolare è previsto che i primi ad essere saldati saranno i creditori privilegiati, cioè le persone che hanno lavorato nell'organizzazione.
A seguire saranno saldati i fornitori, mentre si è ancora in attesa dei rimborsi Iva e delle sponsorizzazioni.
Ieri intanto, un comunicato di Mauro Febbo – mentre ancora non si conosceva la notizia della firma del contributo regionale - ritornava sulle vicende del Consiglio provinciale, dove era stata discussa la sua interrogazione su Eurobasket (peraltro da noi ampiamente riportata), si chiedeva come mai il vicepresidente Aimola fosse ancora in silenzio e sollevava il problema dell'uscita dell'Università dal Comitato di Eurobasket.
In attesa che il vice presidente della Provincia dica qualcosa, siamo in grado di documentare che la d'Annunzio era stata invitata alla riunione del 3 ottobre in cui il Comitato si è sciolto ed ha nominato il liquidatore.
Stranamente il Senato accademico, il 14 successivo ha deciso di uscire da un Comitato ormai inesistente.
Marco Napoleone, direttore generale della d'Annunzio, interpellato da PrimaDaNoi.it, ha confermato di non sapere nulla della convocazione del 3 ottobre, pur essendo il rettore Cuccurullo, presidente, e Marco Napoleone, vice del Comitato stesso e pur esistendo le ricevute fax della convocazione, datate 30 settembre. Probabilmente, arrivati i soldi della Regione, verranno meno anche le preoccupazioni dell'Università di essere coinvolta in un buco miliardario, come si evince dalla delibera del Senato che parla pure di un danno di immagine che forse non c'è più.
Forse.
Sebastiano Calella 25/10/2008 9.04