La facoltà di scienze politiche approva un programma per la sede di Atri

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

618


ATRI. Il Consiglio di Facoltà di Scienze politiche, ha esaminato e approvato un programma di iniziative finalizzato a rafforzare e qualificare la presenza dell'Università degli Studi di Teramo nella città di Atri.
Le linee del programma riguardano sia l'offerta didattica, che sarà potenziata, sia le prossime iniziative culturali e scientifiche, nonché gli eventi legati allo sport, anche a carattere stabile, che si andranno a promuovere.
Seguendo lo stesso criterio adottato con il sindaco della città di Giulianova, sede dei Corsi di laurea sul turismo, la Facoltà ha dato mandato al preside, in accordo con il Rettore, di incontrare il sindaco di Atri per illustrare il programma approvato e concordare insieme le azioni necessarie per consolidare i rapporti tra le due istituzioni.
Il processo di razionalizzazione che l'Università di Teramo aveva prodotto ad Atri la perdita del primo anno del Corso di Laurea in management delle imprese sportive.
L'attuale amministrazione si è immediatamente attivata per ricostituire i rapporti con l'Università «cercando di interagire alla costruzione di azioni e progetti che potessero dare nuove prospettive alla città», hanno spiegato dal Comune.
«Stiamo cercando di recuperare, come in tutti gli altri settori, l'isolamento e la mancanza di progettualità che hanno penalizzato Atri negli ultimi anni», ha spiegato l'assessore Angela De Laurentis.
Rincara la dose il capogruppo di maggioranza del Pdl Davide Calcedonio Di Giacinto: «lo spostamento del primo anno di corso, era già stato previsto da mesi e la vecchia maggioranza, era da tempo perfettamente a conoscenza di questa situazione.
24/10/2008 10.01