«Nè cinema né teatro ma Pianella avrà scuola di scenografia per 70mila euro»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

967

PIANELLA. Pianella avrà un nuovo parcheggio pubblico a ridosso del proprio centro abitato, e avrà anche la Scuola di specializzazione post-universitaria in Scenografia PianellaSkené.
I due provvedimenti sono stati approvati nel corso dell'ultima seduta del Consiglio comunale.
«Parliamo di due importanti progetti – ha ricordato il sindaco Giorgio D'Ambrosio – che contribuiranno a far fare un salto di qualità al nostro territorio. Innanzitutto saremo in grado di dare una risposta seria e concreta alla ‘fame' di aree di sosta che avvertiamo in città, specie nell'area del centro urbano, dove la popolazione demografica continua a crescere e, con essa, anche le esigenze dei residenti. L'Assemblea consiliare ha approvato la delibera di proposta di Accordo di programma da stipulare con la Provincia di Pescara che co-finanzierà la realizzazione di un maxi-parcheggio a raso in località Borgo Carmine. La Provincia, nel dettaglio, parteciperà con un contributo pari a 300 mila euro: 150 mila euro verranno utilizzati per l'acquisto della superficie, un terreno di 7.540 metri quadrati della famiglia Antonio Filippone. Con i restanti 150 mila metri quadrati realizzeremo il primo lotto dei parcheggi, mentre nel corso del 2009 stanzieremo altri 120 mila euro necessari per completare il secondo lotto e mettere a disposizione dei cittadini la superficie».
Il Consiglio ha anche approvato la richiesta del proprietario dell'area edificabile di poter recuperare altrove sul territorio le volumetrie perse, per circa mille metri quadrati.
La maggioranza consiliare ha poi approvato la variazione di bilancio pari a 70 mila euro, necessari per l'istituzione del primo nucleo della neo-Scuola di specializzazione in Scenografia che verrà aperta a Pianella, riservata a laureati o laureandi.
«Anche in questo caso – ha detto il sindaco D'Ambrosio – si tratta di un progetto ambizioso, che permetterà a Pianella di crescere e di mostrare le proprie risorse naturali superando i confini regionali. L'amministrazione ha dato il proprio contributo per l'avvio della struttura accademica PianellaSkené, ma si tratta di somme che recupereremo a breve: 40 mila euro verranno infatti reperiti attraverso le rette richieste agli studenti. La Scuola conta di partire con un minimo di venti studenti, istituendo rette pari a 2mila euro l'anno; per coprire gli altri 30mila euro ricorreremo alla generosità di istituzioni pubbliche e private».
La scuola PianellaSkené partirà con un primo corso il prossimo febbraio 2009, «inizialmente le lezioni si svolgeranno presso il Palazzo della Cultura – ha puntualizzato il sindaco D'Ambrosio -, in attesa che si concluda l'intervento di ristrutturazione di Palazzo de Caro. E la somma stanziata ci permetterà di garantire gli arredi più adeguati per l'Organismo». Il Consiglio comunale ha poi approvato anche lo Statuto della nuova Autorità d'Ambito dei rifiuti.
E' stato invece ritirato il primo punto dell'ordine del giorno, inerente l'approvazione del conto consuntivo del 2007.
Il capogruppo dell'opposizione, Sandro Marinelli, nei giorni scorsi aveva scritto al Prefetto per segnalare il mancato rispetto del termine minimo di 20 giorni per poter esaminare i documenti di bilancio.
Marinelli, inoltre, dopo aver sottolineato la «fattiva opera» svolta in consiglio al fine di contribuire costruttivamente all'accelerazione per la realizzazione di due opere pubbliche di vitale importanza per i pianellesi: il parcheggio di località Borgo Carmine ed il Teatro Comunale (i cui lavoro durano da 25 anni), ha voluto però «stigmatizzare l'iniziativa della giunta denominata PianellaSkenè, poiché appare davvero paradossale istituire (prevedendo una spesa di 70.000 euro) una scuola di “alta formazione in scenografia” in un territorio dove non c'è un cinema, non c'è un teatro, non c'è una multisala e le associazioni locali annaspano nell'indifferenza della giunta. Prima di iniziare a correre - ha aggiunto Marinelli - sarebbe meglio imparare a camminare».
In coda al consiglio il capogruppo di Rinasce Pianella ha proposto due interpellanze:«La prima tesa a verificare in dettaglio l'opera di derattizzazione sul territorio che, a differenza di quello che viene detto dal Sindaco sui giornali, registra lamentele continue dei cittadini, in particolare nella zona di Via Venezia; la seconda per chiedere l'immediata apertura domenicale dell'area di Villa De Felici che, nell'unico giorno in cui le famiglie ne potrebbero usufruire, la domenica, rimane paradossalmente chiusa al pubblico».

23/10/2008 11.02