Comunità Montana, aperta una inchiesta mentre arrivano altri soldi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1599

ABRUZZO. E' stata aperta una inchiesta da parte della procura sull'affidamento dei servizi sociali nella Comunità Amiternina di cui avevamo scritto qualche settimana fa. Intanto arriva un'altra montagna di soldi per le comunità montane e la riorganizzazione resta al palo….


ABRUZZO. E' stata aperta una inchiesta da parte della procura sull'affidamento dei servizi sociali nella Comunità Amiternina di cui avevamo scritto qualche settimana fa. Intanto arriva un'altra montagna di soldi per le comunità montane e la riorganizzazione resta al palo….

Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza ha fatto visita alla sede della Comunità Amiternina.
I militari hanno sequestrato tutti i documenti relativi all'affidamento dei
servizi sociali. Quello che adesso si vuole capire, infatti, è come siano avvenute le selezioni dei lavoratori. La storia che PrimaDaNoi.it aveva raccontato qualche settimana fa, e alla quale non è seguita nessuna smentita, non sembrava proprio molto limpida. Dalla consultazione delle carte ufficiali, infatti, avevamo scoperto come la scelta di psicologi ed esperti (alcuni dei quali senza nemmeno l'iscrizione nell'albo della professione richiesta) fosse avvenuta senza una gara pubblica ma a chiamata diretta.
Il coordinatore dei servizi, uno psicologo, un tecnico di informatica, un responsabile amministrativo con competenze in materia di servizi sociali, un assistente sociale di area contabile e un impiegato contabile hanno assorbito nel corso di un anno quasi 130.000 euro, che moltiplicato per gli ultimi cinque anni sono oltre 650 mila euro.
A questi vanno poi sommati i rimborsi spese e quant'altro per un lavoro che tecnicamente veniva svolto costantemente "fuori sede".
Una spesa importante per collaborazioni che dovevano essere messe in atto attraverso concorsi, graduatorie, esami: niente di tutto questo è stato fatto.

ALTRI SOLDI IN ARRIVO

Intanto arriva un'altra pioggia di milioni per le 19 comunità montane d'Abruzzo. Il provvedimento è stato firmato lo scorso 15 ottobre e i soldi arrivano dal Fondo nazionale per la montagna anni 2006/2007.
Mentre la Regione decide (o dovrebbe decidere) quali delle 19 comunità eliminare tutte continuano a beneficiare di somme cospicue.
Alla Comunità Amiternina arriveranno 100.286 euro, a Campo Imperatore 95.103 euro, alla Sirentina 76.584, alla Valle del Giovenco 86.629.
Poi c'è Marsica 1 che potrà beneficiare di 212.928 euro, quella Peligna di 97.948 euro, Valle del Roveto 76.792, Alto Sangro 98.736.
E poi ancora 115.445 euro alla comunità montana Vestina, 86.900 a Maiella Morrone, 70.329 alla Laga, 145.077 alla Val Piomba Fino, 89.586 a Gran Sasso89.856 euro.
Alla comunità montana della Maielletta arriveranno 108.161 euro, a quella Aventino Medio Sangro 105.755 a quella del Medio Sangro 126.192 euro, a quella Valsangro 93.979 euro, a quella del Medio Vastese 129.754 e a quella dell' Alto Vastese 142.836 euro.
Tutte e 19 sono state profumatamente tenute in considerazione nonostante giaccia su qualche tavolo impolverato della Regione la nuova legge che prescrive la loro rimodulazione.
Era giugno scorso, infatti, quando qualcuno pensò che fosse arrivato il momento per dare un taglio alle spese inutili. La Regione ci aveva messo del suo per alimentare questa speranza approvando la legge 10 per il riordino. Sarebbe dovuto seguire un decreto per stabilire le comunità da tagliare (ne potranno rimanere non più di 15).
Ma oggi più che mai quel provvedimento sembra solo un tampone per evitare un intervento del Governo. Senza la Legge 10, infatti, si sarebbe deciso da Roma quali salvare e quali abbattere.
La Regione con il suo sì, invece, ha bloccato ogni decisione esterna ma allo stesso tempo non ha fatto niente di buono.
Tutto resterà così, è certo, fino alla prossima legislatura: al momento la questione è stata fermata perché considerata «non ordinaria e non urgente ed indifferibile».
In realtà è già tutto stabilito dalla legge approvata dal consiglio il
24 giugno, non bisogna inventarsi niente di nuovo.

Alessandra Lotti 17/10/2008 10.51


* GUARDA LA TABELLA RIEPILOGATIVA DEI FONDI IN ARRIVO ALLE COMUNITA' MONTANE