A sei anni dalla sua chiusura riapre "Casa della Scuola"

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

798

A  sei anni dalla sua chiusura riapre "Casa della Scuola"
TORRE DE’ PASSERI. Taglio del nastro sabato 18 ottobre per la rinnovata “Casa della Scuola”. Lo storico edificio di via Garibaldi sede, da oltre un secolo, della scuola elementare di Torre de’ Passeri riapre i battenti a sei anni dalla sua chiusura.
La struttura, chiusa all'indomani del terremoto del 31 ottobre 2002 che ebbe come epicentro il vicino Molise e distrusse la scuola di San Giuliano di Puglia, sarà simbolicamente riconsegnata dall'amministrazione comunale a studenti e cittadini nel corso di una cerimonia in programma a partire dalle 10.45, a cui parteciperanno autorità politiche, religiose e militari e rappresentanti regionali e locali del mondo della scuola e delle associazioni.
Dopo i saluti degli ospiti e l'intervento inaugurale del Sindaco Linari si procederà al taglio del nastro, cui seguirà, nella “sala teatrino”, una presentazione dei lavori eseguiti con la proiezione di filmati ed immagini dei due anni di cantiere, che saranno illustrati da Antonio Pallotta, progettista e direttore dei lavori.
A seguire si potranno visitare gli oltre tremila metri quadrati di struttura e degli ampi spazi esterni.
I lavori –spiegano dal Comune- prevalentemente di natura strutturale e divisi in tre lotti, sono stati finanziati dal Comune e dalla Regione Abruzzo per una spesa totale di 887.685,36 euro ed hanno consentito il consolidamento delle strutture murarie e in cemento armato e il rinforzo dei solai, ma anche la realizzazione di opere di adeguamento funzionale e superamento delle barriere architettoniche con la posa in opera di due vani ascensore e la realizzazione di rampe per disabili.
È stata inoltre risistemata tutta l'area esterna con la realizzazione di un marciapiede perimetrale, la canalizzazione delle acque piovane, il rifacimento della pavimentazione e delle gradinate dell'ingresso principale e la costruzione di due gradinate esterne di emergenza. Numerosi poi gli interventi di miglioria che sono stati apportati sia all'interno che all'esterno di una struttura realizzata nei primi decenni del Novecento su progetto del geometra Raffaele Sartorelli ed ampliata alla fine degli anni Cinquanta dall'ingegner Giustino Cantamaglia. Sono stati rinnovati i servizi igienici, tinteggiate le pareti interne ed esterne, restaurati i portoni e predisposta una caratteristica illuminazione notturna della facciata principale.
Inoltre il Comune ha investito ulteriori 30 mila euro per l'acquisto di nuovi arredi (banchi, sedie, lavagne, cattedre, …), l'allestimento di spazi più funzionali ed accoglienti per le attività didattiche e gli spazi ricreativi (sala computer e di spazi per i laboratori didattici) e le numerosi altre spese che si sono state necessarie.
«Si è trattato indubbiamente di un progetto ambizioso che ha impegnato l'Amministrazione e gli uffici comunali in un lavoro attento e meticoloso che è andato dal reperimento delle risorse, alla redazione del progetto fino ad arrivare ai lavori veri e propri», ha dichiarato soddisfatto il sindaco Antonello Linari, «perciò non posso che ringraziare tutti coloro che si sono impegnati affinché il progetto di Casa della Scuola potesse essere portato a termine».

16/10/2008 10.33