Mercoledì lavori Aca: senz'acqua per 11 ore (notturne)

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1395

PESCARA. Prenderà il via domani, mercoledì 15 ottobre, alle ore 19, l'intervento programmato dall'Aca S.p.A. per la sostituzione della saracinesca della condotta idrica situata tra via della Bonifica e viale Pindaro.
I lavori dovranno rimediare ai due cedimenti consecutivi e improvvisi, che hanno provocato nei giorni scorsi carenze idriche nella zona sud di Porta Nuova.
Le modalità di esecuzione dei lavori e le precauzione adottate in caso di necessità sono state illustrate stamane durante la conferenza stampa indetta dall'Aca e alla quale hanno preso parte il presidente dell'Azienda Bruno Catena, il direttore tecnico Lorenzo Livello, il geometra Giuseppe Padula e il vicesindaco del Comune di Pescara Camillo D'Angelo.
«Il primo intervento verrà realizzato domani e permetterà la sostituzione della saracinesca dell'adduttrice di Porta Nuova. Il secondo intervento – ha proseguito il presidente Catena -, che invece prevede la completa sostituzione della stessa condotta principale di Pescara sud, richiederà tempi di attuazione più lunghi a causa della posizione in cui si trova, ossia a circa 5 metri di profondità».
Da domani alle 19 e fino alle 6 del mattino seguente, giovedì 16 ottobre, tre squadre specializzate dell'Aca saranno impegnate per undici ore consecutive nell'intervento per la sostituzione della saracinesca dell'adduttrice con una nuova apparecchiatura realizzata in acciaio speciale.
L'opera inoltre, prevede anche la messa in sicurezza di alcuni punti più deboli della stessa condotta che saranno sostituiti con materiali molto più affidabili rispetto a quelli utilizzati circa quarant'anni fa.
«Per permettere l'esecuzione dei lavori (per un costo di circa 20 mila
euro) - ha proseguito il presidente Catena - sarà necessario interrompere la normale erogazione idrica dalle 19 di mercoledì 15 ottobre alle 6 di giovedì 16 ottobre. Gli utenti della zona interessata però potrebbero cominciare ad avvertire qualche carenza idrica solo circa 2-3 ore più tardi, mentre i condomini dotati di autoclave non si accorgeranno di nulla».
Si è deciso di programmare l'intervento durante le ore notturne proprio per evitare che i residenti della zona interessata possano subire disagi. Infatti i lavori proseguiranno durante tutta la nottata per terminare nelle prime ore di giovedì mattina, quando verrà ripristinata gradualmente la normale erogazione idrica in tutta la zona sud di Pescara.
Intanto «grazie al monitoraggio continuo delle reti idriche del sottosuolo della città di Pescara – ha poi detto il direttore tecnico dell'Aca S.p.A. l'ingegner Lorenzo Livello – i tecnici dell'Aca hanno potuto registrare una perdita di acqua potabile nella condotta posizionata proprio davanti dal Bar D'Annunzio, in via Gabriele D'Annunzio a Pescara. I lavori di riparazione del guasto si svolgeranno sempre domani sera, in contemporanea con il cantiere di viale Pindaro, permettendo così un notevole risparmio di denaro pubblico e limitati disagi per gli utenti».
Le zone che potrebbero essere interessate dalla carenza idrica sono comprese nel quadrilatero delle seguenti vie: viale della Pineta, viale Pindaro, viale Gabriele D'Annunzio, via delle Caserme, via Andrea Doria, Lungomare Cristoforo Colombo e la zona compresa tra via Tirino e via Aterno-via Raiale fino al confine con San Giovanni Teatino.
«Già dalla giornata di ieri – ha continuato il presidente Catena – i residenti delle zone interessate dai lavori sono stati avvisati tramite locandine affisse in tutti i quartieri. Così come sono state avvisate, tramite fax, anche tutte le scuole, gli esercizi pubblici, le parrocchie, gli ambulatori medici e veterinari che gravitano nel quadrilatero del cantiere dell'Aca».
Per limitare i disagi agli utenti, nel caso si dovessero verificare durante i lavori rotture improvvise e inaspettate sulla stessa adduttrice, è stato già predisposto un servizio di rifornimento di acqua potabile tramite autobotti e nell'arco della giornata odierna saranno installati serbatoi fissi per la distribuzione di acqua potabile nelle zone nevralgiche di Pescara sud: via Pepe (Stadio), Piazza dei Grue, Piazza Alessandrini, Piazza Luigi Rizzo, Piazza Ovidio (ex Caserma di Cocco), Piazza Paolo VI (incrocio tra via San Donato e via Rio Sparto), Via San Marco (Palazzetto dello Sport),Via Stradonetto (davanti alla chiesa Madonna del Fuoco), Via Lago di Capestrano (angolo via Sacco), Via delle Casette (davanti alla scuola elementare).
«Tengo a precisare - ha proseguito il presidente Catena – che nella parte restante della città (zona centro, collinare e nord) l'erogazione idrica non subirà alcun tipo di variazione».

MASCIA SEMPRE PREOCCUPATO

«Torna l'incubo della grande sete a Porta Nuova: domani sera di nuovo l'intera zona sud di Pescara resterà con i rubinetti a secco per l'ennesimo intervento», ha commentato il capogruppo del Popolo della Libertà al Comune di Pescara Luigi Albore Mascia. «Pescara sud – ha proseguito il capogruppo Albore Mascia – non si è ancora ripresa dall'incubo e già si profilano nuovi problemi all'orizzonte.
Onestamente – ha proseguito il capogruppo Albore Mascia – non sappiamo se i pescaresi debbano essere più spaventati o debbano solo sentirsi presi in giro da un tale modo di amministrare il territorio da parte della giunta D'Alfonso. Mettere 'pezze' o affidarsi alla buona sorte non sono sufficienti per un sindaco»


14/10/2008 16.43