18enne accoltellato a Pescara, fermo per 3 coetanei

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3700

PESCARA. Fermo di polizia giudiziaria per tentativo di omicidio, a Pescara, per tre 19enni, tutti pregiudicati. * NEL FINE SETTIMANA 6 DENUNCE PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA
Sabato notte, poco dopo mezzanotte, è scattata una discussione tra due gruppi di ragazzi in piazza Alessandrini.
La litigata, nata da futili motivi è degenerata e tre giovani avrebbero ferito alla schiena con un coltello, all'altezza dei polmoni, un 18enne albanese.
L'allarme è stato dato da una ragazza del gruppo mentre i presunti responsabili se la sono data a gambe.
L'ambulanza giunta sul posto ha soccorso il ferito e lo ha condotto all'ospedale civile di Pescara dove è stato operato ad un polmone.
La sua prognosi è riservata.
La polizia, invece, si è messa subito sulle tracce dei tre giovani che sono stati identificati e rintracciati poco dopo dagli agenti della squadra volante e della squadra mobile.
Si tratta di sono Davide Tiberi, Mario Bolognese, Stefano Nenna, tutti di Pescara. Il ferito, che ha regolare permesso di soggiorno regolarmente in Italia, è residente a Ortona.
Un episodio senz'altro molto grave che ancora una volta la dice lunga sul problema della sicurezza in città soprattutto nella zona di Pescara Vecchia nel fine settimana.

13/10/2008 9.38

MINACCIA LA MAMMA CON UNA FORBICE. SALVATA DALLA POLIZIA


PESCARA. Ieri sera a Pescara un uomo ha picchiato e minacciato la
madre di morte con una forbice. Solo l'intervento della polizia l'ha
salvata. La lite tra i due era scoppiata dopo l'ennesima richiesta di denaro da
parte di lui. L a donna ha opposto un rifiuto e a quel punto l'uomo ha
reagito con un eccesso d'ira.
Dopo aver danneggiato alcuni mobili, l'uomo ha scaraventato a terra la
madre e le ha puntato una forbice alla gola.
Con la scusa di cercare il marito per chiedere a lui i soldi, la donna
è riuscita a liberarsi e a scendere in strada. Lì, una volta salva ha
chiamato il 113.
Arrivati sul posto i poliziotti hanno trovato l'uomo barricato in
camera dei genitori, nell'appartamento all'ottavo piano della
famiglia. Dopo averlo convinto ad uscire, ha tentato di fuggire e ha
minacciato di gettarsi dalla finestra.
Il giovane è stato fermato dagli agenti ed è stato accompagnato in
Questura e tratto in arresto per il reato di estorsione. Al termine
delle formalità di rito è stato accompagnato in carcere.

13/10/2008 15.39

MINACCIA LA MAMMA CON UNA FORBICE. SALVATA DALLA POLIZIA


PESCARA. Ieri sera a Pescara un uomo ha picchiato e minacciato la madre di morte con una forbice. Solo l'intervento della polizia l'ha salvata.
La lite tra i due era scoppiata dopo l'ennesima richiesta di denaro da parte di lui. L a donna ha opposto un rifiuto e a quel punto l'uomo ha reagito con un eccesso d'ira.
Dopo aver danneggiato alcuni mobili, l'uomo ha scaraventato a terra la madre e le ha puntato una forbice alla gola.
Con la scusa di cercare il marito per chiedere a lui i soldi, la donna è riuscita a liberarsi e a scendere in strada. Lì, una volta salva ha chiamato il 113.
Arrivati sul posto i poliziotti hanno trovato l'uomo barricato in camera dei genitori, nell'appartamento all'ottavo piano della famiglia. Dopo averlo convinto ad uscire, ha tentato di fuggire e ha minacciato di gettarsi dalla finestra.
Il giovane è stato fermato dagli agenti ed è stato accompagnato in Questura e tratto in arresto per il reato di estorsione. Al termine delle formalità di rito è stato accompagnato in carcere.

13/10/2008 16.54

[pagebreak]

NEL FINE SETTIMANA 6 DENUNCE PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

TERAMO. Nelle notti di sabato e domenica i carabinieri hanno denunciato 6 persone per guida in stato di ebbrezza.
Dei sei, ai quali è stata ritirata la patente, due sono risultati con un tasso alcolemico superiore a 1,5 (il limite è di 0,50 grammi per litro), quattro invece nell'ipotesi intermedia, da 0,8 a 1,5.
Nei primi due casi oltre alla denuncia è scattato il sequestrato preventivo dei veicoli, per la successiva confisca.
Nel corso della settimana non sono mancati controlli anche nel settore degli stupefacenti: i militari hanno segnalato alla Prefettura, per uso personale, un cittadino teramano trovato in possesso di 1,5 grammi di cocaina mentre i Carabinieri di San Nicolo' a Tordino hanno segnalato, per lo stesso motivo, un cittadino di Isola del Gran Sasso, trovato in possesso di 0,3 grammi di eroina.
A Montorio al Vomano è stato inoltre denunciato un giovane per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere: all'interno della sua autovettura, nascosti sotto i sedili anteriori, sono stati trovati una mannaia ed un coltello lunghi rispettivamente 45 e 30 cm.

13/10/2008 9.59