Pedonalizzazione via Mazzini, i cittadini votano per il sì

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

549

PESCARA. Il 90 per cento dei residenti di via Mazzini, che ha partecipato al referendum della scorsa estate, chiede la pedonalizzazione della strada, alla stregua di via Roma o via Trento.

E' quanto emerso dal conteggio finale di tutte le schede riconsegnate e che abbiamo presentato al sindaco D'Alfonso. «Il prossimo passo dovrà essere la convocazione di un incontro ad hoc con gli stessi residenti per proseguire l'iter intrapreso», ha detto ieri il presidente della Circoscrizione Castellamare Stefano Cardelli, dopo aver riconsegnato al primo cittadino i risultati del sondaggio partito lo scorso 25 luglio. Complessivamente il presidente Cardelli e i consiglieri di maggioranza del quartiere hanno distribuito 186 schede ad altrettanti residenti censiti lungo via Mazzini.
«Nelle schede, in sostanza – ha ricordato il presidente Cardelli – abbiamo chiesto agli utenti di esprimersi a favore o contro la proposta di pedonalizzare via Mazzini arrivata da più parti, anche per ridurre i livelli di inquinamento atmosferico da gas di scarico determinati da un elevato volume di traffico».
L'esito non ha lasciato spazio a dubbi: complessivamente sono stati 90 i residenti che hanno partecipato al sondaggio, 78 si sono espressi a favore della pedonalizzazione immediata dell'arteria stradale, 2 cittadini si sono astenuti, dichiarando di non voler prendere una posizione sull'argomento non conoscendolo bene. Solo in 9 si sono dichiarati contrari, specificando però, sulla scheda, che tale parere era condizionato dall'assenza di parcheggi in zona e dalla paura di perdere anche la possibilità di posteggiare l'auto non troppo lontano da casa. «Anche quei nove, dunque», ha sottolineato Cardelli, «hanno ribadito che, risolto il 'caso' parcheggi, sarebbero a favore dell'isola pedonale in via Mazzini».
Tutte le schede sono state consegnate al sindaco D'Alfonso «affinchè prenda atto della volontà dei residenti e organizzi, nel più breve tempo possibile, un incontro con i cittadini della zona per proseguire l'iter intrapreso».


10/10/2008 9.33