Ecco il nuovo distretto sanitario di Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2245

Ecco il nuovo distretto sanitario di Montesilvano
MONTESILVANO. E' stato definito in tutti i suoi particolari il nuovo distretto sanitario di Montesilvano. Il progetto esecutivo dovrà essere approvato a breve.
Così come anticipato dal sindaco Pasquale Cordoma la struttura è stata ridimensionata.
Qualcuno lo aveva chiamato "ristretto sanitario", il primo cittadino, invece, aveva spiegato di non avere alcuna intenzione di costruire cattedrali nel deserto. Dopo anni e anni di lavori sulla carta e di attese adesso il progetto definitivo sembra essere completo.
L'area di pertinenza comprende i comuni di Montesilvano e Cappelle sul Tavo, con un bacino d'utenza di 48.693 abitanti (dei quali 45.271 di Montesilvano).



Il terreno destinato dall'amministrazione comunale, di 8.060 mq, presenta due zone facilmente distinguibili per diversità: una porzione a ridosso di via Di Vittorio ed una zona arretrata più estesa tra via D'Agnese ed altra proprietà confinante con via Cavallotti.
Su via Di Vittorio è posizionato il blocco "A" dell'insediamento, con il Cup ed agli spazi amministrativi posizionati al piano terra e primo dell'edificio progettato, con un secondo piano adibito ad archivi.
In adiacenza viene localizzato l'edificio identificato come blocco "B", destinato nell'unico piano terra ad accogliere ambulatori e servizi annessi.
Questo blocco è predisposto per essere sopraelevato con piani superiori modulari e ripetibili, al crescere delle esigenze e nuove dislocazioni e servizi da insediare.
Sarà in questo caso sufficiente progettare ed appaltare ulteriori piani superiormente.
I parcheggi saranno disponibili nell'area pubblica attigua alla sede stradale di via Di Vittorio, via D'Agnese e via Cavallotti.
Inoltre, spiega l'architetto Franco Feliciani, mandatario progettista insieme agli architetti Lanfranco D'Arcangelo e Fabrizio Mulone e agli ingegneri Donato Di Federico e Antonino Prosperi, «esiste la possibilità di futura realizzazione di nuovi spazi organizzati e protetti per il parcheggio nelle aree retrostanti ed attigue di proprietà pubblica».
L'accesso pedonale principale quindi risulta posizionato su via Di Vittorio, ed è destinato agli utenti che arrivano a piedi, con una piazza anteriore dotata di verde e arredo urbano. L'accesso posto sul lato est è destinato all'accoglienza degli utenti che utilizzeranno il parcheggio adiacente.
La struttura edilizia di progetto si compone di due corpi di fabbrica disposti ad "L" uno di tre piani ed uno di un solo piano (sopraelevabile di altri tre-quattro piani).
La superficie utile complessiva del corpo A, più alto, è di circa 1.200 mq, quella del corpo B, più basso, è di poco meno di 400 mq, per un totale di primo insediamento di mq 1.600 circa.
L'area pertinenziale, prevalentemente adibita a verde attrezzato, parcheggi, aree dotate di attrezzature di arredo urbano, misura complessivamente mq 7.100.



LA SPESA

Il totale complessivo per lavori è di 1.467.000 euro. Il totale delle somme a disposizione, però, si ferma a 505.307 euro. Gli oneri necessari al finanziamento del blocco "A", pari a complessivi 1.252.407,50 euro saranno derivati dalla liquidazione della quota destinata alla Asl di Pescara con la delibera di giunta Regionale n.
69/6 del 26/06/2002. La spesa che serve per la realizzazione del blocco "B", pari 719.900 euro risultano impegnate nel bilancio dell'amministrazione comunale di Montesilvano.


10/10/2008 9.26