Piano spiaggia. Gli stabilimenti balneari si allargano e passano a 250 mq

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2221

Piano spiaggia. Gli stabilimenti balneari si allargano e passano a 250 mq
PESCARA. La protesta c’è stata, silenziosa ed educata. In parte inutile. Visti i risultati ottenuti dal consiglio comunale di ieri sera. ECCO I COSIGLIERI CHE HANNO VOTATO
Uno dei risultati ottenuti con la deliberazione delle modifiche al piano spiaggia è che a Pescara, negli stabilimenti balneari, si potrà fare ristorazione invernale, «aumentando l'offerta turistica e dando alla città gli strumenti per crescere come destinazione delle vacanze».
Ne è convinta la Fiba l'organizzazione che unisce 60 balneatori pescaresi e che aveva proposto l'osservazione.
Così «la più rappresentativa associazione delle imprese balneari di Pescara» ha la paternità dell'emendamento che porta a 250 i metri quadrati di superficie che le imprese potranno coprire e attrezzare per organizzare la ristorazione nei mesi invernali.
«La nostra organizzazione, seria e produttiva, ha portato a casa un risultato storico per le imprese balneari di Pescara, per il quale va riconosciuto l'impegno del consigliere Enzo Del Vecchio» dice la presidenza di Fiba-Confesercenti.



«La nostra» dicono i balneatori di Fiba «è stata l'unica osservazione accolta, perché per tutelare gli interessi degli imprenditori occorrono professionalità, serietà, coerenza. L'improvvisazione non paga, come dimostrano i comportamenti di questi giorni. Un consorzio scarsamente rappresentativo, non è riuscito a concludere nulla anche per banali errori formali. Altri, pur di fare i primi della classe, hanno finito per resuscitare gli sfasciacarrozze della politica e del finto ambientalismo. Ma il commercio, il turismo, i servizi» sottolinea Fiba-Confesercenti «sono diventate il vero ammortizzatore sociale della città, che aiuta le famiglie in difficoltà e gli studenti nei mesi estivi».
Fiba-Confesercenti, rivendicando la vittoria, non esclude tuttavia ulteriori possibili miglioramenti nel futuro: «Noi restiamo contrari ad ogni forma di abusivismo, ma non si può paragonare all'abusivismo un'impresa che realizza le sue opere secondo le regole al tempo in vigore: come previsto dal Piano demaniale marittimo della Regione, vanno fatte salve le opere legalmente realizzate. Lavoreremo nel futuro ad un aggiornamento del Piano demaniale marittimo comunale: per un terzo dell'anno, l'economia urbana di Pescara si costruisce sul mare, e agli imprenditori occorre dare la possibilità di investire e far crescere occupazione e benessere».
«La revoca dei tre punti ‘peggiorativi' del Piano Spiaggia comunale, approvata ieri dal Consiglio comunale di Pescara, e l'accoglimento delle osservazioni presentate solo dal Ciba, rappresentano una conquista non solo per i balneatori, ma soprattutto per la città che otterrà servizi turistici migliori, più efficienti e turisticamente all'avanguardia. Il voto dell'aula, espressione della volontà del centro-destra e del centro-sinistra, non ha decretato la sconfitta di alcuno, neanche delle associazioni ambientaliste con le quali il Consorzio Imprese Balneari dell'Adriatico è pronto ad aprire un Tavolo di confronto e di lavoro per garantire, innanzitutto, il rispetto delle regole». Lo ha affermato il Presidente del Direttivo del Consorzio Ciba (che oggi rappresenta ben 82 concessioni balneari su Pescara), Stefano Cardelli che, negli ultimi mesi, ha seguito passo passo l'iter procedurale delle tre osservazioni presentate dal Consorzio all'indomani dell'approvazione delle tre norme in peius del Piano Demaniale Comunale.
09/10/2008 12.03

CHI HA VOTATO

Marelibero.net dopo la protesta ed il tentativo di dialogo pubblica oggi i nomi dei consiglieri che hanno votato il piano spiaggia con gli emendamenti.
«I cittadini di Pescara ringraziano», dicono dall'associazione,«ecco l'elenco dei consiglieri che hanno votato il raddoppio dell'occupazione della nostra spiaggia. Che hanno cancellato il diritto dei cittadini di vedere il mare. Che hanno “ sanato” i tetti-baita».

Riccardo Padovano PARTITO SOCIALISTA
Enzo Del Vecchio PD
Angelo Tenaglia PD
Moreno Di Pietrantonio PD
Bartolomeo Di Pinto PD
Gianluca Fusilli PD
Stefano Casciano PD
Giancarlo Perfetto PD
Giandomenico Palka PD
Ferrara Nicola PD
Enzo Imbastaro PD
Mario Sorgentone PESCARA CITTA PONTE
Carlo Masci UDC
Berardino Fiorilli UDC
Amedeo Volpe UDC
Gianni Teodoro LISTA TEODORO
Massimiliano Pignoli LISTA TEODORO
Guido Cerolini Forlini PDL
Marcello Antonelli PDL
Luigi Albore Mascia PDL
Guerino Testa PDL
Lorenzo Sospiri PDL
Nicoletta Verì PDL

Presenti che non hanno votato:
Vincenzo Dogali PD
Ugo Zuccarini PD
Andrea Marconi PD

Unico voto contrario:
Silvestro Profico SINISTRA ARCOBALENO

Assenti “politicamente” ingiustificati:
Gina Ciccarelli ITALIA DEI VALORI
Filippo Pasquali ITALIA DEI VALORI