Accordo di programma per il recupero dell'ex ospedale di Sant'Egidio

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

611

SANT'EGIDIO. Recuperare e riqualificare una vasta area nel centro storico del comune di Sant'Egidio, dove da quasi 50 anni fa brutta mostra di sè una vecchia struttura ospedaliera mai completata.
Questo l'obiettivo di un accordo di programma che verrà stipulato dall'amministrazione comunale, dalla Asl e dalla Provincia, i tre enti a vario titolo coinvolti in questa operazione urbanistica.
Ieri mattina, i rappresentanti istituzionali e i tecnici, si sono ritrovati attorno ad un tavolo per valutare il percorso operativo e i successivi passaggi amministrativi.
A farsi promotrice dell'incontro la sindaca Stefania Ferri; oltre al vicepresidente della Provincia, Giulio Sottanelli, era presente il direttore generale della Asl, Mario Molinari.
La struttura, infatti, è di proprietà dell'azienda ospedaliera teramana che l'ha inserita fra i beni alienabili; il Comune di Sant'Egidio è interessato al recupero urbanistico dell'area mentre la Provincia è la proprietaria della strada (Sp 14) sulla quale dovrebbe essere realizzato uno svincolo con rotatoria per migliorare accesso e viabilità.
«L'incontro si è concluso con la piena disponibilità a procedere ad un eventuale accordo di programma – ha detto Stefania Ferri - e con l'impegno, assunto da ciascuna delle parti coinvolte, a mettere in atto tutte le procedure necessarie per una rapida ed efficace soluzione».
«E' un'iniziativa che incontra il pieno appoggio della Provincia – ha commentato il vicepresidente – si tratta di una soluzione che migliora nettamente sia il profilo socio urbanistico del centro storico del Comune sia la transitabilità e la sicurezza della nostra strada provinciale».

09/10/2008 9.18