Spoltore:«boom della differenziata, impenna il porta-a-porta»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1210

SPOLTORE. La raccolta differenziata di Spoltore, nelle zone dove il servizio è effettuato con il porta a porta, schizza all’80 per cento in meno di tre mesi.


SPOLTORE. La raccolta differenziata di Spoltore, nelle zone dove il servizio è effettuato con il porta a porta, schizza all'80 per cento in meno di tre mesi. Con questo risultato inedito, Spoltore diventa la città abruzzese con la raccolta differenziata più alta di tutta la regione.
I dati sono forniti dalla stessa ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti, Ambiente spa.
A spingere la città di 18mila abitanti in testa rispetto alle altre città medio-grandi dell'Abruzzo sono stati i risultati conseguiti a partire da luglio 2008, quando è stato introdotto un nuovo meccanismo di raccolta con la consegna ad ogni famiglia di piccoli bidoni per la differenziata, che per 12 mila cittadini – ovvero per il 65 per cento della popolazione – avviene porta a porta.
« Come si evince dai dati», spiegano da Ambiente spa,«la popolazione di Spoltore ha reagito con la piena partecipazione, segnando un incremento consistente che consente oggi di fare della città uno dei riferimenti regionali della raccolta differenziata, che nel resto della provincia arriva al 16 per cento stando ai dati del Rapporto regionale sui rifiuti».
Ambiente SpA è una società partecipata da trentuno Comuni della provincia di Pescara e dalla Comunità montana Vestina e gestisce – attraverso il suo braccio operativo Ecologica Srl – la raccolta dei rifiuti nella maggior parte del Pescarese.
«Spoltore ha deciso di investire sulla sostenibilità, sull'ambiente, sulla costruzione di una città a misura d'uomo» spiega il sindaco Franco Ranghelli, «e il nostro messaggio è stato raccolto pienamente dai cittadini facendo arrivare la nostra realtà in testa, fra le città medie, per la percentuale di raccolta differenziata in Abruzzo. Spoltore si candida così a diventare la città abruzzese dell'ambiente e della sostenibilità. Per questo ringrazio l'Assessore Quirino Di Girolamo che si impegna costantemente in questo delicato settore».
«Quello di Spoltore è il risultato di un servizio efficiente e flessibile che si è posto al servizio dei cittadini e di una città in rapida crescita» spiega il presidente di Ambiente SpA Massimo Sfamurri, «l'obiettivo ora è quello di fare un ulteriore salto di qualità: con la lettura ottica dei piccoli bidoni consegnati alle famiglie, saremo in grado in tempi brevi di conoscere la quantità di rifiuti realmente prodotti da ogni nucleo familiare. Così facendo, riusciremo a modulare le tariffe sulla base del reale consumo».


08/10/2008 9.56