Furto di medicinali alla Sodifarm di Sambuceto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2421

SAMBUCETO. Sono entrati indisturbati attraverso un foro praticato sul portone di ingresso al magazzino dove vengono conservate le medicine e hanno disattivato tutti gli allarmi.
Così ladri "specialisti", secondo la ricostruzione dei carabinieri, la notte scorsa sono riusciti a mettere a segno un ingente furto di medicinali alla Sodifarm di Sambuceto.
I malviventi erano talmente tranquilli che durante l'operazione si sarebbero anche fatti uno spuntino con merendine e bevande prese dalle macchinette automatiche.
I ladri hanno utilizzato un carrello elevatore della ditta per caricare 13 pallets di medicinali di diverso tipo, un armadio metallico in cui erano custoditi degli oggetti preziosi, denaro contante e, dopo aver divelto due porte ed essere entrati in un locale di sicurezza, anche numerose confezioni di medicinali della tabella Quinta Stupefacenti (sedativi, barbiturici).
Saranno necessari alcuni giorni prima di poter stabilire con certezza il valore e la quantità della refurtiva.
Intanto, la Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo di Chieti, ha provveduto al reperimento di alcune tracce 'biologiche'
lasciate dai malviventi.
«La tecnica chirurgica utilizzata dalla banda non lascia dubbi circa il loro spessore criminale», ha commentato il capitano Aldo Manzo della compagnia di Chieti che sta seguendo le indagini. «Come sempre succede in questi casi, i medicinali verranno presto ricettati in altre regioni del Paese. Ogni possibile pista investigativa è stata già attivata con il coordinamento della Procura della Repubblica di Chieti».

RAPINA ALLA CARIPE, POCO DOPO VENGONO ARRESTATI

SAMBUCETO. Un uomo vestito da vigile urbano è entrato ieri mattina intorno alle 11 nella banca Caripe di Sanbuceto.
Appena varcata la porta dell'istituto di credito si è calato una calza sul viso e ha scavalcato il bancone riuscendo a portare via 7mila euro.
Armato di pistola, ha minacciato il direttore perché gli aprisse la porta trovata bloccata.
Salito su di un auto rubata poco prima, si è allontanato con un complice. I due sono stati notati da un passante che ha subito avvisato i Carabinieri.
I due malviventi sono stati intercettati poco dopo dal reparto operativo di Pescara ed il bottino è stato completamente recuperato.


08/10/2008 9.45