Politica e Giustizia: un convegno nazionale per affrontare nodi irrisolti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

976

PESCARA. Il rapporto tra Politica e Giustizia è spesso al centro di polemiche, accesi dibattiti e inchieste giornalistiche; i ruoli si sovrappongono e i media diventano in alcuni casi un’arena insolita per scontri tra poteri diversi.
PESCARA. Il rapporto tra Politica e Giustizia è spesso al centro di polemiche, accesi dibattiti e inchieste giornalistiche; i ruoli si sovrappongono e i media diventano in alcuni casi un'arena insolita per scontri tra poteri diversi. Il risultato immediato è il disorientamento dei cittadini e il mancato miglioramento del servizio giustizia. Ma la società, le istituzioni, e soprattutto coloro che lavorano in questi ambiti con serietà e dedizione, devono cercare di ricomporre i contrasti nell'interesse di tutti.
Di questi temi, delle possibili soluzioni e degli scenari normativi futuri si parlerà in un Convegno nazionale dal titolo “Giurisdizione e politica tra società e istituzioni” che si svolgerà a Pescara il 10 e l'11 ottobre 2008 presso l'aula magna “Emilio Alessandrini” del Tribunale.
Il Convegno, organizzato dal Movimento per la Giustizia, con il Patrocinio del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Pescara e con la collaborazione delle Camere Penali di Pescara e Vasto, vedrà la partecipazione di esponenti di rilievo della politica, della Magistratura e del giornalismo italiano che, nel corso di tre tavole rotonde, affronteranno questioni legate ai limiti del controllo giurisdizionale sulle attività politiche e amministrative, come l'attualissimo tema dell'uso delle intercettazioni, per poi discutere del ruolo dell'informazione e delle ipotesi di riforma dell'ordinamento giudiziario.
Tra gli altri relatori, esponenti del mondo accademico e della magistratura, daranno il loro contributo la senatrice Anna Finocchiaro, che viene dal mondo della magistratura, Niccolò Ghedini, avvocato e senatore, Lanfranco Tenaglia, magistrato e deputato, Guido Calvi, avvocato e docente universitario, Lorenzo Del Boca, Presidente dell'Ordine dei Giornalisti, Primo Di Nicola, giornalista de “L'Espresso”. A coordinare le tavole rotonde saranno tre magistrati: Ciro Riviezzo componente del C.S.M., Carlo Citterio, consigliere della Corte d'Appello di Venezia e Antonio Condorelli, Procuratore della Repubblica di Mantova.
07/10/2008 11.41