A Vasto il consiglio comunale fa fronte comune sulla sicurezza

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

785

VASTO. Con l'approvazione all'unanimità del nuovo Piano di Emergenza Comunale, migliorerà sensibilmente il livello di sicurezza di tutto il territorio vastese.


E' quanto emerge dagli elaborati prodotti dalla Regione Abruzzo.
Elaborati che il Comune di Vasto, tra i primi in Abruzzo, ha fatto propri.
«Si tratta di un piano di emergenza comunale – ha dichiarato l'assessore ai Servizi Nicola Del Prete – che si è reso necessario in quanto il precedente non era più rispondente alle recenti normative, oltre a non presentare i criteri di operatività necessari a renderlo pienamente funzionale in caso di emergenza».
«Con questo nuovo piano – ha aggiunto Nicola Del Prete – che fa riferimento in modo particolare alle tipologie di rischio idrogeologico, incendio boschivo e sismico, sono state individuate tutte le fasi operative relative ai vari livelli di allerta con conseguenti e corrispondenti fasi attuative (fase di normalità, fase di preallerta, fase di attenzione, fase di preallarme e fase di
allarme) da attivare in base alla maggiore o minore criticità degli eventi calamitosi».
Con il nuovo piano Comunale di Protezione Civile sono state individuate anche le varie funzioni facenti capo a specifici responsabili che, qualora assenti, possono essere sostituiti dal responsabile del Centro Operativo Comunale, il Direttore Generale Giacinto Palazzuolo.
Per l'area tecnica e di pianificazione, la sanità, l'assistenza sociale e veterinaria ed il volontariato, il responsabile è l'Architetto Francesco Salvatorelli.
Per le strutture operative, i materiali ed i mezzi il geometra Ignazio Rullo. Per il censimento dei danni a persone e cose, il geometra Paolo Santini. Per l'Assistenza alla Popolazione il dott. Vincenzo Marcello e per le telecomunicazioni il Comandante dei Vigili Urbani Evandro Sigismondi.

03/10/2008 10.30