Discarica La Torre. Chiesto il giudizio per 14 persone

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

10004

Discarica La Torre. Chiesto il giudizio per 14 persone
TERAMO. Richiesta di rinvio a giudizio per Gianni Chiodi, l'ex sindaco di Teramo oggi in pole position per il Pdl alla carica di governatore. Udienza preliminare il prossimo 27 novembre.
L'udienza preliminare si svolgerà 3 giorni prima delle elezioni, il 27 novembre prossimo. La brutta notizia è arrivata nei giorni scorsi e rischia di bruciare prima del tempo la candidatura di Gianni Chiodi, se è vero che il Pdl non voglia seguire le orme del Pd e candidare anche indagati.
Insieme a Chiodi è stato chiesto il rinvio a giudizio anche altre 13 persone.
Sono passati esattamente due anni da quando l'avviso di garanzia raggiunse l'allora primo cittadino, il presidente della Provincia Ernino D'Agostino, il suo predecessore Claudio Ruffini, l'ex vice sindaco Berardo Rabbuffo e l'ex sindaco Angelo Sperandio e altri tecnici comunali e provinciali.
Le accuse mosse dalla procura sono attività di gestione dei rifiuti non autorizzata, inquinamento dell'aria, crollo colposo e falso materiale.
Secondo la ricostruzione degli inquirenti la Provincia e il Comune non potevano non essersi accorti che il sito non era più idoneo a ricevere rifiuti.
Inoltre le proroghe concesse non erano legittime: già da tempo la capienza limite era stata superata, così come il limite ultimo di tempo per portare i rifiuti.
Ma per altri due anni (dal 2004 al settembre 2006, mese della frana nella discarica) i rifiuti continuarono ad essere portati lì.
Le pessime condizioni del sito non furono una sorpresa per nessuno.
Subito dopo il crollo i residenti della zona parlarono di disastro annunciato».

INDAGATI E CAPI DI IMPUTAZIONE

14 in totale le richieste di rinvio a giudizio. Le ipotesi di reato contestate sono attività di gestione dei rifiuti non autorizzata, inquinamento dell'aria, crollo colposo al falso materiale, getto pericoloso di cose, deturpazione di bellezze naturali, omessa denuncia di reato.
Oltre all'ex sindaco Chiodi si dovranno recare all'udienza preliminare anche gli altri 13 indagati: Ernino D'Agostino, presidente della Provincia di Teramo, Nicola D'Antonio, tecnico del Comune, Berardo Rabbuffo, vice sindaco, Massimo Di Giacinto, ex dirigente regionale del settore rifiuti; Franco Gerardini, dirigente regionale del settore rifiuti, Claudio Ruffini, ex presidente della Provincia e attuale sindaco di Giulianova; Maria Pia Gramenzi, dirigente dell'Arta; Maria Daniela Marcozzi Rozzi, dirigente dell'Arta, Angelo Sperandio, ex sindaco di Teramo; Ferdinando Di Sanza, dirigente provinciale del settore ambiente; Carlo Taraschi, tecnico incaricato dal Comune; Roberto Di Giovanni, tecnico incaricato dal Comune; Marcello Catalogna, tecnico incaricato dal Comune. 02/10/2008 16.27

29/09/2008 15.55

[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=discarica+torre+teramo&mid=6&action=showall&andor=AND]TUTTO SULLA DISCARICA LA TORRE[/url]