Atti osceni in luogo pubblico. Pescarese lontano da Chieti per tre anni

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1467

CHIETI. I genitori degli alunni si erano accorti da qualche giorno della presenza di quell'uomo fuori dalla scuola dei loro figli. Avevano avvertito la polizia e sabato è scattata la denuncia.
L'uomo, R.D.P, 54 anni, della provincia di Pescara è stato sorpreso in flagranza di reato di atti osceni in luogo pubblico ed stato denunciato.
Nei pressi di una fermata dell'autobus affollata di studenti e studentesse, all'interno della propria macchina, era intento a masturbarsi.
Le indagini erano scattate dopo alcune segnalazioni fatte da cittadini al poliziotto di quartiere e, dopo specifici appostamenti, è scattata la denuncia.
R.D.P. non è nuovo a comportamenti del genere, infatti era già stato deferito in almeno altri due casi per reati dello stesso genere anche a danno di minori.
Nel corso del controllo, nell'autovettura dell'uomo è stato rinvenuto un coltello di genere proibito. Per questo è stato inoltre deferito per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.
Al termine degli accertamenti di rito nei confronti dell'uomo è stato adottato un foglio di via obbligatorio, provvedimento del questore che gli impedirà di entrare nella città di Chieti per i prossimi tre anni.

29/09/2008 9.27