Videopoker, la Finanza trova macchinette illegali

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

917

AVEZZANO. 9 sequestri e 3 denunciati. Si dribblava il Monopolio e i gestori incassavano più del dovuto.
Le Fiamme Gialle di Avezzano nel corso dell'ultima settimana, hanno controllato numerosi esercizi pubblici della Marsica nel corso di una operazione volta al contrasto del gioco d'azzardo I finanzieri si sono avvalsi della collaborazione di funzionari dell'amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato di Pescara.
Nel corso dei controlli sono stati sequestrati nove videopoker per i quali e' stato riscontrato l'irregolare funzionamento. Tre responsabili sono stati denunciati alla procura della Repubblica di Avezzano, mentre otto persone sono state segnalate alle competenti autorità per violazioni amministrative.
Durante i controlli sono state rilevate numerose irregolarità ed in due casi e' stato scoperto uno strumento applicato ai videopoker che riusciva a ridurre notevolmente il valore delle giocate comunicato telematicamente all' amministrazione autonoma dei Monopoli rispetto a quello effettivamente effettuato dai clienti. In altri casi e' stato rilevato l'utilizzo di apparecchi del tutto privi di autorizzazione.
L'attenzione dei finanzieri si concentra ora sulla determinazione degli introiti sottratti a tassazione da parte degli operatori economici controllati.
«Il gioco d'azzardo», commenta il capitano Lucio Malvestuto della compagnia di Avezzano, «da un lato consente di realizzare ingenti profitti e di alimentare l'industria del crimine e dall'altro incide a volte in modo irreparabile sui bilanci familiari dei soggetti dediti al gioco».

26/09/2008 8.45