Rivoluzione al volante: se vuoi guidare meglio non bere alcolici

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1095

ROMA. Tabelle informative che stabiliscono i limiti di contenuto alcolico delle bevande saranno esposte da domani nei bar e nei pub, pena la chiusura del locale da 7 a 30 giorni.
Le tabelle, precisa il ministero del lavoro, della salute e della solidarieta' sociale, sono finalizzate a «informare i frequentatori dei locali sugli effetti del consumo delle diverse quantita' e tipologie di bevande alcoliche, per prevenire i danni alcolcorrelati e in particolare gli incidenti stradali».
Il limite legale del tasso alcolemico per la guida e' 0,5 grammi di alcol per litro di sangue. Cambiamenti dell'umore, nausea, sonnolenza, stati di eccitazione emotiva si manifestano da 0,5 a 0,8 grammi di alcol per litro di sangue, fino a difficolta' di respiro, sensazione di soffocamento,
sensazione di morire oltre i 4 grammi di alcol per litro di sangue. Ragazzi e ragazze, attenti a questi sintomi se avete bevuto birra, vino, digestivi, superalcolici, champagne o ready to drink. E' importante se l'avete fatto a stomaco vuoto o pieno e dipende molto dal vostro peso corporeo (45-80 per le donne; 55-90 per gli uomini).
L'iniziale sensazione di ebbrezza e riduzione delle inibizioni e del controllo si manifesta gia' con 0,1-0,2 g/L; si passa poi a sensazione di ebbrezza e riduzione delle inibizioni, del controllo e della percezione del rischio verso i 0,3-0,4 g/L. Sopra 0,9-1,5 g/L c'e' alterazione dell'umore, rabbia, tristezza, confusione mentale, disorientamento, poi (1,6-3 g/L) stordimento, aggressivita', stato depressivo, apatia letargia, fino allo stato di incoscienza (3,1-4 g/L). Infine, oltre 4 g/L, difficolta' di respiro, sensazione di soffocamento, sensazione di morire.
Ma le tabelle spiegano anche come si arriva a questi valori alcolemici: una donna che pesa 45 kg, ad esempio che ha assunto a stomaco vuoto una birra leggera (0,39% di gradazione alcolica) ed un aperitivo alcolico (0,49) ha un'alcolemia attesa di 0,88; una donna di peso 60 kg che ha assunto a stomaco pieno 2 superalcolici (0,35% per 2) ha un'alcolemia attesa di 0,70 g/L. Anche per gli uomini qualche esempio dalle tabelle: peso corporeo 75 kg, ha assunto a stomaco vuoto due birre speciali (0,41), ha un'alcolemia attesa di 0,82 g/L, mentre un uomo che pesa 55 kg ed ha assunto a stomaco vuoto una birra doppio malto (0,71) ed un superalcolico di media gradazione (45 gradi-0,36) ha un'alcolemia attesa di 1,07 grammi/litro. Le unita' alcoliche di riferimento si riferiscono a bicchiere, lattina o bottiglia serviti usualmente nei locali: birra 330 cc, vino 125 cc, digestivi 40 cc, superalcolici 40 cc, champagne/spumante 100 cc, ready to drink 150 cc.
L'obbligo di esporre le tabelle vale per tutti i locali in cui si svolgono spettacoli o altre forme di intrattenimento congiuntamente alla vendita e somministrazione di bevande alcoliche.
In Italia la mortalita' per incidenti stradali viene stimata come correlata all'uso di alcol per una quota compresa tra il 30 e il 50% del totale. Assumere una quantita' di alcol anche relativamente limitata puo' essere molto pericoloso per la guida.
Appare preoccupante per gli effetti sulla guida il fatto che in Italia vi sia un'alta percentuale di popolazione maschile di eta' media e anziana che consuma quotidianamente bevande alcoliche (31%), sebbene in quantita' moderata.

22/09/2008 13.10