Montesilvano pronta al gemellaggio con Reggio Calabria

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1374

MONTESILVANO. Un ponte che da Montesilvano porta fino a Reggio Calabria (provincia d’origine del sindaco Cordoma) affondando i propri pilastri nella cultura, nelle tradizioni e nell'arte enogastronomia e commerciale.
MONTESILVANO. Un ponte che da Montesilvano porta fino a Reggio Calabria (provincia d'origine del sindaco Cordoma) affondando i propri pilastri nella cultura, nelle tradizioni e nell'arte enogastronomia e commerciale.
Da lunedì 15 settembre, una delegazione del Comune di Montesilvano, composta dal presidente del Consiglio comunale Valter Cozzi, dal consigliere di Fi Alfredo Caccamo (delegato del sindaco) e dal consigliere del Pd Francesco Di Pasquale, si recherà nel capoluogo reggino, per una iniziativa di gemellaggio fra le due città.
Ad attenderli, in un incontro previsto nel corso della mattinata nel salone dei Lampadari di palazzo San Giorgio, l'assessore alle Politiche Comunitarie e del Mediterraneo Giovanni Bilardi.
La delegazione inoltre parteciperà, con la Giunta locale guidata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, alle celebrazioni di Santa Maria Madre della Consolazione, festa popolare molto sentita nel capoluogo calabro.
Il presidente Cozzi e i consiglieri Caccamo e Di Pasquale rientreranno a Montesilvano nella giornata di mercoledì 17 settembre.
«L'obiettivo», ha spiegato il sindaco Pasquale Cordoma, «è quello di rinnovare progetti e collaborazioni con slancio e impulso. Cultura, aspetti sociali ed economici saranno il motore e il cuore pulsante delle due città aperte al confronto e al dialogo. Grazie soprattutto al consigliere Caccamo che si è prodigato per un gemellaggio che non rimanga solo sulla carta, ma che sarà uno scambio aperto volto ad intensificare ed arricchire le culture e le relazioni fra le due città. Nei prossimi mesi sono previste ulteriori visite per creare iniziative favorevoli non solo alle attività culturali, ma anche a stabilire rapporti commerciali fra i due territori».
«Nei progetti futuri delle due città», ha spiegato il consigliere Caccamo, reggino di nascita così come il sindaco Pasquale Cordoma, «c'è l'intento di condividere esperienze multidisciplinari di interscambio, confronti su metodi e strumenti operativi e iniziative tese a sviluppare rapporti di conoscenza, amicizia e fratellanza fra le rispettive popolazioni. Alla riuscita del progetto sto lavorando intensamente da un anno. Nei prossimi mesi l'amministrazione Comunale lancerà l'iniziativa "Dall'Aspromonte alla Maiella - culture a confronto».
12/09/2008 13.45