Comune Lanciano: la minoranza boccia ipotesi del nuovo Prg

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

833

LANCIANO. «Un piano regolatore che non delinea la vocazione della citta' e il suo ruolo futuro nel comprensorio di riferimento».
La minoranza di centrosinistra al consiglio comunale di Lanciano boccia l'attuale bozza di piano regolatore generale che domani sara'
portata all'esame delle assise civica per l'adozione.
Il capogruppo del Pd Franco Ferrante ieri mattina e' intervenuto sull'argomento, annunciando che se non saranno introdotti dei correttivi allo strumento urbanistico, l'opposizione votera' contro.
«Siamo convinti - ha spiegato - che la citta' abbia bisogno di un nuovo piano regolatore, ma quello che ci viene proposto e' carente sotto diversi aspetti. Si parla ad esempio di vocazione turistica, ma nel piano non sono indicate aree per le strutture ricettive, cosi'
come non e' prevista una programmazione per il piccolo commercio e la piccole attivita' imprenditoriali».
Per il centrosinistra il nuovo prg rappresenterebbe semplicemente «la sommatoria - e' stato spiegato - di progetti presentati negli ultimi 3 anni che sono stati introdotti pedissequamente nello strumento senza verificarne la reale fattibilità. E' il caso dei programmi di intervento integrati che riguardano l'attuale area fiera, le aree di risulta della Sangritana e il comparto della Pietrosa, che per essere concretizzati hanno bisogno di capitali privati che non si sa se mai arriveranno».

10/09/2008 9.45