Al Comune dell'Aquila «maggiore trasparenza e procedure piu' semplici»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

796

L'AQUILA. Procedure più snelle, massima trasparenza ed elevato livello quantitativo e qualitativo dei servizi.
Questi alcuni degli elementi di maggiore interesse che fanno parte delle linee guida per la riformulazione del regolamento degli uffici e dei servizi del Comune dell'Aquila, che la giunta ha trasmesso al Consiglio comunale per l'approvazione.
Il regolamento in questione, predisposto dall'ufficio Organizzazione e Formazione del servizio Risorse umane, disciplina l'organizzazione del personale comunale e dell'erogazione dei servizi da parte delle strutture dell'ente.
Ha già avuto il via libera da parte della commissione consiliare Statuto e Regolamenti e domani sarà esaminato da quella che si occupa di Programmazione e Bilancio, per poi approdare in Aula.
«L'ossatura dell'ordinamento degli uffici e dei servizi, sia pure con qualche successiva modifica, risale a nove anni fa – ha spiegato il sindaco, Massimo Cialente – dopo di allora, sono intervenute diverse normative, a cominciare dal testo unico sugli enti locali, che impongono oggi una radicale modifica di questo strumento, a vantaggio dei cittadini».
«E' nostra intenzione – ha proseguito Cialente – dare concretezza a un altro punto fondamentale del programma di mandato, vale a dire il Comune come una vera casa degli aquilani, in cui sia assicurata la trasparenza, l'accoglienza e la partecipazione della gente. Ecco perché, grazie all'assessore alle Politiche per risorse umane, Domenico Di Cocco, e all'ufficio del Personale, è stata allestita una proposta di delibera con la quale l'Assemblea civica dovrà determinare gli indirizzi di questo regolamento, mentre poi toccherà alla giunta approvare l'ordinamento vero e proprio.
Naturalmente, sulla scorta delle linee guida votate dal Consiglio».
Cialente ha spiegato alcuni passaggi del nuovo documento.
«Il regolamento – ha osservato – dovrà incoraggiare la struttura comunale ai cambiamenti che sono intercorsi in questi anni. Sarà essenziale innanzitutto una precisa distinzione dei ruoli all'interno dell'ente, in modo tale che sia ben chiaro a chi spetta un determinato potere decisionale. I dirigenti, in particolar modo, saranno chiamati ad assumere funzioni di attuazione degli indirizzi espressi dagli organismi, con autonomia di gestione e con il vincolo di privilegiare la qualità dei servizi e la tutela dei cittadini. Particolare attenzione sarà dedicata alla valutazione della capacità di innovazione dei dirigenti e al controllo dei relativi risultati. Le attività svolte e i servizi erogati dal personale saranno monitorati in modo efficace e continuo e, soprattutto, le procedure che saranno messe in atto dovranno essere sempre più snelle e semplificate. Le risposte ai cittadini andranno fornite in modo puntuale e con tempi ragionevolmente brevi».
«Gli aquilani, inoltre – ha proseguito Cialente – dovranno essere messi in condizioni di conoscere tutto ciò che accade in Comune e quali siano le strutture interne che si occupano di un determinato problema. In questo senso, puntiamo a ristrutturare il sito internet, inserendo tutte le informazioni concernenti gli uffici, le loro competenze, i responsabili, utilizzando il web anche per l'immediata realizzazione di specifiche prestazioni chieste dai cittadini. Questi, come ho detto più volte, devono diventare i veri protagonisti della vita della Municipalità, annullando quel divario tra amministratori e amministrato che è esistito per tanto, troppo tempo»

10/09/2008 9.45