Nuova antenna Vodafone, sorpreso anche il vice sindaco

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1304

PINETO. «L'amministrazione Comunale non ha alcuna responsabilità, non ha rilasciato alcuna autorizzazione per l'installazione di un'antenna del gestore di telefonia mobile Vodafone.
Posso però affermare che verrà fatto tutto quanto in nostro potere per fare chiarezza e magari trovare una soluzione alternativa».
E' quanto sostiene il vice sindaco del Comune di Pineto Robert Verrocchio che ieri mattina ha raccolto le lamentele e le proteste vibranti degli abitanti della popolosa frazione di Scerne, località in cui sono appunto iniziati i lavori.
Alcuni operai per conto della società Vodafone hanno dato il via questa mattina ai lavori di sistemazione di un'antenna per la trasmissione Umts, non molto distante dalla linea ferroviaria.
«Non sapevamo affatto che oggi (ieri per chi legge, ndr) sarebbero iniziati i lavori», spiega ancora il vice sindaco Verrocchio, «posso però dire che qualche tempo fa la Vodafone ci presentò una richiesta in tal senso che noi avevamo respinto. Il gestore di telefonia mobile in questione ha fatto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale e purtroppo ha avuto ragione».
Il Comune di Pineto si è dotato di un piano antenne ma in questo caso non è stato rispettato.
«Ho preso contatti sia con la Vodafone, sia con Trenitalia che con il gestore di telefonia mobile ha un accordo a livello nazionale per l'installazione su superfici delle FS di queste antenne», sottolinea il vice sindaco, «ho chiesto espressamente di sospendere i lavori perché vogliamo alcuni giorni di tempo per verificare il tutto.
Vogliamo approfondire la questione, vederci chiaro. Mi rammarica il fatto che il nostro Comune con la Vodafone già tempo addietro aveva avviato un contenzioso, perdendo purtroppo la causa con un risarcimento danni pari a 300 mila euro. Non vogliamo correre lo stesso rischio».
La Vodafone ha comunque accettato la richiesta del Comune di sospendere i lavori sino a venerdì prossimo. Per quella data, infatti, in municipio alle ore 11 è fissato un incontro con i responsabili della compagnia che gestisce la telefonia mobile e che a Scerne questa mattina aveva dato il via libera ai lavori di installazione di un ripetitore per la trasmissione dati con il sistema Umts.

03/09/2008 8.51