Omicidio di Pescina, catturato il killer della studentessa

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3793

ROMA. L'interpol in collaborazione con la polizia macedone (Former Yugoslav Republic of Macedonia) ha arrestato Nenad Vrbanovic, cittadino serbo di 41 anni, che nel 1986 uccise la studentessa Marina Cairoli e ferì l'uomo che era con lei.
Un omicidio efferato quello dell'11 novembre del 1986 avvenuto alla periferia di Pescina nei pressi dell'autostrada Roma - Pescara.
Marina Cairoli era una studentessa universitaria. Si appartò in macchina con un suo ex professore di liceo, fu prima violentata e poi uccisa a colpi di pistola da uno slavo, Yuri Trakovic. Dopo quindici giorni l'uomo venne fermato a Rimini dopo un conflitto a fuoco con la polizia e si scoprì che il suo vero nome era Nenad Vrbanovic. Dopo 22 anni sono scattate nuovamente le manette per il killer. L'uomo, considerato pericoloso e ricercato in campo internazionale dal 2006, è stato arrestato a Kocani (Macedonia) e deve scontare l'ergastolo.
Vrbanovic è stato condannato all'ergastolo dalla Magistratura de L'Aquila per una lunga serie
di delitti commessi nel 1986 e culminanti nel concorso in omicidio volontario aggravato, tentato omicidio, violenza sessuale, detenzione e porto illegale d'arma nei confronti di Marina Cairoli ed Antonio Torelli, nonché di violenza privata, sequestro di persona, ratto al fine di libidine e violenza
sessuale nei confronti di una bambina di anni 7.
L'uomo nel novembre del 2005 si era reso latitante dopo un permesso concessogli dal Magistrato di Sorveglianza di Firenze, non aveva fatto rientro nel carcere di Sollicciano.
Nenad Vrbanovic è fratello di Ljubisa, detto Manolo, altro pericoloso criminale protagonista di una serie di delitti, commessi in Italia tra la fine degli anni 80 ed inizio di quelli
90, in particolare del pluriomicidio della famiglia Viscardi commesso a Pontevico (Bs), attualmente detenuto in Serbia per l'espiazione della pena per i delitti commessi in territorio nazionale.
L'Interpol di Roma ha già avviato la procedura per l'estradizione di Nenad Vrbanovic verso l'Italia.
01/09/2008 11.07