Dighe Sidital, ricorso al Consiglio di stato dopo la sospensiva negata dal Tar

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1268

SAN GIOVANNI TEATINO. Il ricorso al consiglio di stato dopo la sospensiva negata al Tar è cominciato nella camera di consiglio alle ore 9 di questa mattina. La storia è quella della costruzione delle due dighe Sidital in territorio di Spoltore (S.Teresa) e Cepagatti-S.Giovanni Teatino (Villanova), chi presenta il ricorso, invece, sono le associazioni ambientaliste.

Al ricorso, patrocinato per le associazioni ambientaliste dall'avvocato Carlo Montanino, si sono uniti numerosi soggetti privati, patrocinati dall'avvocato Carlo Masci, che avrebbero scoperto, all'improvviso, di essere stati “espropriati” di luoghi «paesaggisticamente e storicamente legati alle vicende delle propria famiglie, senza essere stati avvertiti».
«La Regione Abruzzo e i partecipanti alle varie conferenze di servizio», scrivono nel documento Giovanni Damiani, Giancarlo Odoardi, Giancarlo Pelagatti, Luigino Renzetti, Paola Barbuscia, Mariella Saquella, Edvige Ricci, «hanno operato con estrema superficialità e hanno acconsentito alla costruzione delle dighe, a due chilometri di distanza l'una dall'altra, appena dopo il grande argine costruito a difesa di Megalò, in piena area di rischio R4 (massimo rischio di esondazione). L'opera produrrà in energia meno di una sola moderna pala eolica e produrrà vantaggi milionari solo alla ditta privata che gestirà la vendita dell'energia e, soprattutto, dei certificati verdi ad altri produttori di non rinnovabili».
Un progetto praticamente identico, hanno ricordato gli ambientalisti, a quello proposto sul fiume Adige, «ma clamorosamente e senza appello bocciato, proprio per le motivazioni che noi abbiamo sollevato per il Pescara».
Ben 9 sarebbero secondo i contestatori i punti di «irregolarità procedimentale», sia relativi alle «norme di trasparenza, partecipazione e comunicazione della procedura», sia a quelle «amministrative specifiche che ambientali relativi alle indispensabili valutazioni VIA, oltretutto necessarie ai fini della sicurezza idraulica tout court di un territorio superpopolato».
29/07/2008 11.18

[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=sidital&mid=6&action=showall&andor=AND]TUTTA LA STORIA DEL PROGETTO[/url]