Incendio discarica di Chieti. «E' doloso»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3309

Incendio discarica di Chieti. «E' doloso»
CHIETI. E' di origine dolosa l'incendio che si è sviluppato sabato notte, intorno alle 3 in località Santa Filomena, vicino al centro commerciale Megalò e che ha devastato la discarica teatina gestita dalla societa' Ecoabruzzo. Vigili del fuoco al lavoro per quasi 8 ore intervenuti anche con l'elicottero.
Ormai gli inquirenti non hanno più dubbi sull'origine dell'incendio anche se non sono stati rinvenuti gli inneschi.
La ditta, che prima era denominata Ecoadriatica dei fratelli Roberto e Massimo Bellia, e' ora Ecoabruzzo il cui titolare e' Giuseppe D'Alessandro.
La discarica circa due mesi fa era stata sequestrata dalla Guardia di Finanza che aveva scoperto nel sito un deposito incontrollato di rifiuti ma di recente il provvedimento era stato ritirato.
Nel giugno del 1999, invece, un altro incendio aveva devastato la zona, riducendo in cenere mille quintali di rifiuti.
Una storia che non sembra poi così diversa da quella accaduta due giorni fa.
Secondo la ricostruzione degli esperti i quattro focolai sarebbero stati appiccati nel piazzale e vicino alla porta di un piccolo ufficio.
Questa mattina la polizia ha effettuato i rilievi dall'elicottero unitamente alla Scientifica mentre l'Arta si sta occupando di verificare l'eventuale inquinamento da diossina provocato dal denso fumo per tutta la giornata di ieri si e' addensato nella zona per molte ore.
I titolari dell'azienda hanno negato di aver mai ricevuto minacce ma gli inquirenti non trascurano il filone della ritorsione.
L'indagine, condotta dalla squadra mobile di Chieti, e' coordinata dal sostituto procuratore Giuseppe Falasca.
Sempre sabato un altro strano incendio anche questo parrebbe di origine dolosa si era sprigionato in un capannone di una ditta di Ortona che pure opera nel campo dei rifiuti.


28/07/2008 14.52

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=15500]IL PRECEDENTE SEQUESTRO DELLA FINANZA[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=16423]L'INCENDIO DI SABATO NELLO STABILIMENTO DI ORTONA[/url]