La carestia dopo la tempesta, manifestazioni culturali senza soldi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

806

ABRUZZO. Probabili guai in vista per le manifestazioni estive più famose della regione. Oggi si scopre che il terremoto giudiziario che ha interessato i vertici dell'amministrazione regionale abruzzese sta creando non poche difficolta' agli organizzatori della Giostra Cavalleresca di Sulmona.
Non è ancora stata firmata la delibera per lo stanziamento dei fondi e adesso bisognerà decidere come procedere.
Rischiare o frenare? Il Comune, visti i preparativi ormai in fase avanzata, tramite il sindaco Fabio Federico, sta valutando l'ipotesi di stipulare una fideiussione bancaria per coprire le spese necessarie.
Tuttavia, grazie al lavoro dei numerosi volontari, lo spettacolo dovrebbe esserere garantito ma ci si domanda quali altri problemi potrebbero insorgere nelle prossime settimane.
Sulmona, inoltre, non sarebbe l'unico comune ad avere problemi.
Analoga situazione starebbe interessando anche l'associazione che organizza il 'Festival Teatro di Gioia', diretto da Dacia
Maraini.
Nemmeno in questo caso e' stata firmata la delibera regionale che sblocca l'assegnazione del contributo.
Inevitabili, in questo caso il taglio di alcuni spettacoli che erano già stati inseriti nel cartellone.
24/07/2008 12.06