Ludoteca tecnico-scientifica: 319mila euro a Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1462

TERAMO. Un finanziamento di 319 mila euro è stato stanziato dalla Giunta regionale a beneficio della ludoteca tecnico-scientifica di Teramo.
A presentare il provvedimento che consentirà alla struttura progettata dalla tre Università abruzzesi, dall'assessorato al Lavoro e dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, di proseguire le proprie attività almeno fino a fine novembre, è stato, questa mattina, a Teramo, nell'auditorium del Parco della Scienza, l'assessore Di Stanislao.
«Intanto, abbiamo rispettato l'impegno al rifinanziamento della ludoteca che era stato assunto con l'Università di Teramo – ha sottolineato Di Stanislao – mentre ai primi di ottobre, nell'ambito del nuovo POR 2007-2013, saranno previste risorse certe per l'avvio di corsi di formazione per giovani ludotecari con l'obiettivo di dare stabilità e continuità alla struttura».
Un'attenzione quella della Regione nei confronti della ludoteca tecnico-scientifica che l'assessore Augusto Di Stanislao ha ribadito al cospetto del sindaco di Teramo, Gianni Chiodi.
Al pari del Museo della Fisica e dell'Astrofisica e del Consorzio Punto Europa, le altre realtà presenti nel Parco della Scienza, la ludoteca tecnico-scientifica si avvia a diventare un autentico punto di riferimento a livello nazionale.
«Una struttura di grande attrattiva non solo per le scolaresche – ha rimarcato l'assessore – ma che viene messa nelle condizioni di essere fruita dall'intera comunità abruzzese e non solo. Inoltre, vorrei sottolineare la duplice valenza del provvedimento della Giunta che da un lato mira a garantire sostegno alla ludoteca e dall'altro pone le basi per l'attivazione di un piano di formazione ed occupazione che darà lavoro a diverse decine di giovani».
Il recupero della centralità per Teramo in ambito regionale è stata, poi, l'altra tematica affrontata dall'assessore alla Formazione. A tal proposito lo stesso sindaco Chiodi ha dato atto al Governo regionale ed allo stesso Di Stanislao di aver posto le basi, insieme all'Istituto nazionale di Fisica Nucleare, per un definitivo consolidamento della ludoteca tecnico-scientifica e per fare,quindi, della struttura teramana un polo scientifico-didattico di straordinaria rilevanza.

11/07/2008 14.11