Pineto, inauguarta ieri sera la piazza da 980 mila euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3278

Pineto, inauguarta ieri sera la piazza da 980 mila euro
PINETO. Una città a misura d’uomo con un alto grado di vivibilità tra fontane, tanto verde e traffico ridotto al minimo. Il centro cittadino di Pineto sta cambiando volto.
Ieri sera è stata inaugurata la nuova piazza Marconi,nella zona della stazione ferroviaria. Tutta l'area è stata riqualificata, pedonalizzata e abbellita con una serie di fontane che propongono un gioco di luci e zampilli d'acqua. Sistemata al centro anche una meridiana, un “orologio solare” realizzato esclusivamente per Pineto e che consente di calcolare l'ora in base alla posizione del sole in qualsiasi momento dell'anno.
La nuova piazza è stata tenuta a battesimo dal sindaco Luciano Monticelli, dal suo vice Roberto Verrocchio e dal resto della giunta municipale. «Il nostro obiettivo è proprio quello di trasformare il centro di questa città», ha spiegato il sindaco Monticelli, «di renderlo un luogo di ritrovo, di incontro, di passeggio per i residenti e i tantissimi turisti che vengono qui a trascorrere le loro vacanze. La realizzazione della nuova piazza è il completamento della prima fase di un progetto che coinvolge anche villa Filiani. Qui abbiamo già creato un parco con un labirinto verde. Possiamo accogliere appuntamenti culturali e musicali all'aperto. Ma il programma è più ampio e coinvolgerà presto anche altre zone della città».
Il primo cittadino ha ricordato anche la figura di Paolo Corneli, primo presidente del consiglio comunale, scomparso non da molto, che si era battuto affinché la zona centrale di Pineto potesse conservare il proprio verde. A raccogliere l'applauso era presente la vedova.
L'opera è costata 980 mila euro e fa parte del programma di riqualificazione del centro di Pineto. Il vicesindaco Verrocchio ha ringraziato quanti hanno lavorato, in circa un anno, alla realizzazione dell'opera. Un ringraziamento speciale è andato soprattutto agli operatori turisti e commerciali della zona che hanno dovuto pazientare per i disagi subiti.
Presenti anche gli architetti Laura Bagagli, Silvana Di Carlantonio, Natalina Candelori, Pergoli Menotti e l'agronomo Beatrice Marucci che hanno progetto l'opera. L'architetto Bagagli ha anche spiegato il funzionamento dell'orologio solare, sottolineando che la meridiana è stata realizzata appositamente per Pineto in base alla sua collocazione geografica prendendo a riferimento nel cielo la stella polare, necessaria per sistemare lo “gnomone”, una sorta di grande lancetta che guarda il nord e la cui ombra, proiettata a terra, consente con un semplice calcolo di stabilire l'ora.
07/07/2008 11.10