Mensa universitaria: una impresa raggiungerla per mancanza di bus

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

636

TERAMO. Nei giorni scorsi la protesta di alcuni studenti che lamentavano le difficoltà per raggiungere la mensa universitaria di Coste S. Agostino. Ieri Azione Universitaria Teramo ha presentato un documento con alcune richieste e proposte.
Il documento redatto da Azione Universitaria chiede all'azienda di trasporto urbano l'attuazione del servizio della linea N°7 nei giorni di sabato e domenica.
«Infatti fino ad ora», dice Fabrizio Fornaciari, rappresentante Consiglio degli Studenti, «nonostante la mensa sia aperta il sabato a pranzo e cena e la domenica solo a pranzo, è impossibile per un gran numero di studenti non dotati di autovettura raggiungere l'edificio nei giorni festivi perché la linea N°7 non è attiva e la mensa non è raggiungibile a piedi visto che la strada che collega la nuova rotonda di Coste S. Agostino all'edificio è priva di marciapiedi».
Ulteriore proposta è quella di garantire il servizio almeno nelle fasce orarie di fruizione della mensa, attivando nei giorni festivi le corse già operanti nei giorni feriali.
«Qualora questa richiesta dovesse essere di difficile attuazione», ha spiegato Igino D'Antonio,
Rappresentante Consiglio di Amministrazione, «chiediamo per i giorni festivi il collegamento per la zona di Coste S. Agostino e Colleparco della sola fermata della mensa col resto della città tramite un automezzo di dimensioni inferiori rispetto a quello circolante nei giorni di servizio, di modo che questo possa effettuare l e operazioni di manovra presso il ristretto spazio del piazzale esterno l'edificio e tornare indietro».
Inoltre nel documento è presente la richiesta di installazione di una pensilina presso la fermata per permettere all'utenza di avere un riparo in caso di maltempo.
«Confidiamo nella disponibilità dell'azienda», chiude Mirko Battafarano, rappresentante Senato Accademico, «che ci ha assicurato di voler attuare le nostre richieste,non appena arriverà il parere di agibilità della strada da parte della Motorizzazione Civile. Azione Universitaria, vigilerà nell'interesse degli studenti, la situazione e tornerà ad intervenire in futuro qualora sia necessario».

03/07/2008 10.51