Carcere:incontro su emergenza personale, rientra stato di agitazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

733

SULMONA. È rientrato lo stato di agitazione degli agenti dell'istituto penitenziario di Sulmona. Sì dal direttore Romice alle nuove regole per la mobilità interna del personale. Una commissione programmerà i prossimi passi per definire le modalità di avvicendamento tra i vari reparti.
Clima decisamente più disteso al supercarcere di Via Lamaccio, dopo l'incontro di ieri tra il direttore, Sergio Romice, e le organizzazioni sindacali di categoria.
Sul tavolo della riunione, le preoccupazioni sulla situazione del personale nell'istituto penitenziario peligno, entrato a far parte della lista nera a livello nazionale delle strutture nelle quali si sono verificati episodi di aggressività ai danni del personale. Gli ultimi, tra maggio e giugno, con il ferimento da parte di internati di due poliziotti.
Segnali positivi, dunque, anche se- come ha riferito il vice segretario-«con l'intento di arrivare ad un'organizzazione di massima garanzia per il lavoro del personale, abbiamo deciso di aggiornarci alla prossima seduta».
Intanto, un primo risultato è stato raggiunto. Sì dal direttore dell'istituto, Sergio Romice, alla proposta di attivare il turn over degli agenti tra i vari reparti, soprattutto quelli più a rischio, con il solo interrogativo di stabilire i criteri guida.
«Una commissione di lavoro- ha detto Nardella- farà il resto in merito alla programmazione degli interventi da fare per l'avvicendamento del personale».
Il vice segretario ha poi ringraziato il direttore Romice, «ancora una volta- ha dichiarato- molto attento alle condizioni dei poliziotti penitenziari».
Per il momento, dunque, è stato sospeso lo stato di agitazione del personale.

a.d.g 21/06/2008 10.16