Antenne San Silvestro: si delocalizza. 180 giorni per spegnere gli impianti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2045

PESCARA. Il presidente della Giunta regionale, Ottaviano Del Turco, firmerà, entro la prossima settimana, l'ordinanza di delocalizzazione delle antenne di San Silvestro, in uno dei siti individuati per l'Abruzzo dal piano nazionale delle frequenze. AMBIENTE:STAZIONI DI MONITORAGGIO CONTRO INQUINAMENTO


PESCARA. Il presidente della Giunta regionale, Ottaviano Del Turco, firmerà, entro la prossima settimana, l'ordinanza di delocalizzazione delle antenne di San Silvestro, in uno dei siti individuati per l'Abruzzo dal piano nazionale delle frequenze.



AMBIENTE:STAZIONI DI MONITORAGGIO CONTRO INQUINAMENTO


Lo ha anticipato il segretario generale della Presidenza, Lamberto Quarta, che ha presieduto questa mattina, in viale Bovio, una riunione sul problema dell'inquinamento elettromagnetico di San Silvestro, alla presenza del direttore del Settore Ambiente della Regione, Antonio Sorgi, il dirigente del Servizio legislativo, Carlo Massacesi, dell'Arta, del sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso, e del Comitato di lotta di San Silvestro.
«L'ordinanza - come ha spiegato Quarta - concederà un termine di 180 giorni a tutte le emittenti per ottemperare alle prescrizioni di legge. Contestualmente sarà intensificato il lavoro già avviato da un apposito tavolo tecnico, teso ad individuare, così come previsto da una norma regionale, ulteriori siti idonei ad accogliere le installazioni».
«Si tratta di una decisione presa dal Presidente Del Turco - ha chiarito Quarta - che vuole dare risposte ad un problema che si trascina da anni e che ha creato tensioni e allarme tra i cittadini residenti».
Il Segretario generale ha anche assicurato che la «Regione ha dato ogni garanzia al rappresentante delle emittenti radiotelevisive sul fatto che non mancherà l'impegno alla individuazione di soluzioni concrete per la delocalizzazione, prevedendo anche un coinvolgimento dell'Università e delle istituzioni provinciali e comunali, nella consapevolezza che il servizio offerto dalle emittenti deve essere tecnicamente ottimale ed assicurato ai cittadini abruzzesi».
Nel corso dell'incontro Quarta ha anche auspicato una «fattiva collaborazione tra tutti i soggetti interessati», ribadendo che «l'interesse preminente dell'Istituzione deve essere quello di tutelare la salute e la tranquillità dei cittadini residenti».


20/06/2008 15.02

D'ALFONSO:«TUTTO MERITO NOSTRO»

«Un impegno mantenuto da parte della Regione con l'incontro di oggi e per il quale esprimo il mio riconoscimento, perché renderà possibile un traguardo inedito e atteso qual è la delocalizzazione». Questo il commento del Sindaco Luciano D'Alfonso.

«Abbiamo raggiunto un risultato importantissimo», ha commentato l'assessore Blasioli.
«Il termine di 180 giorni sarà utile», spiega l'assessore pescarese, «per verificare l'esistenza di eventuali siti non ricompresi nel predetto piano nazionale, ma ritenuti idonei, che verranno tutti presi in considerazione. Contestualmente alla riunione, era riunito l'apposito tavolo tecnico per la disamina di tutti i possibili siti idonei ad accogliere le installazioni, tavolo a cui partecipano i rappresentanti del Ministero delle Comunicazioni che hanno il compito di fornire un giudizio di “compatibilità radioemissiva”».
In attesa che ciò avvenga, la Regione ha recepito l'esigenza manifestata dal Comune in merito ad un monitoraggio costante delle emissioni, di cui l'ente regionale si farà carico, per garantire che i limiti, anche nei tempi previsti dalle emittenti, siano rispettati.

21/06/2008 9.46

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=15683]L'INCHIESTA IN CORSO SU PRESUNTE VIOLAZIONI[/url]

[pagebreak]

AMBIENTE:STAZIONI DI MONITORAGGIO CONTRO INQUINAMENTO

PESCARA. Nuove risorse saranno impiegate dall'assessorato all'Ambiente per la realizzazione di stazioni di monitoraggio delle emissioni inquinanti.
Lo ha annunciato l'assessore al ramo, Marco Verticelli, al termine della riunione convocata ieri mattina negli uffici di Pescara della Presidenza della Giunta Regionale, per discutere delle soluzioni operative da approntare, in temi brevi, per fronteggiare l'inquinamento elettromagnetico.
«Abbiamo avviato la parte terminale di un percorso che, a partire dal problema rilevato a San Silvestro, punta a una ridefinizione dell'intera strategia regionale contro l'inquinamento elettromagnetico. Per questo abbiamo deciso di modificare il piano regionale di tutela e risanamento ambientale - spiega l'assessore Verticelli - proprio allo scopo di individuare fondi utili per la realizzazione di centraline per il controllo dei valori degli agenti inquinanti».
Si tratta di cabine fisse di rilevazione degli elementi presenti nell'atmosfera che verranno posizionate su quelli che sono e saranno i poli radiotelevisivi.
Il tutto allo scopo di assicurare il rispetto dei parametri delle emissioni.
Verticelli ha poi spiegato che sarà commissionato uno studio tecnico alla facoltà di ingegneria dell'Università dell'Aquila per individuare le migliori tecniche disponibili a livello mondiale utilizzabili per la soluzione di questo importante problema.

21/06/2008 10.42