Debiti in sospeso mantengono in vita il Considan

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4114

MONTESILVANO. Sarebbero stati i debiti del Considan ancora da saldare a spingere la maggioranza di centrodestra a non far morire (per il momento?) l’ente. Ma la motivazione non convince i consiglieri del Pd, Adriano Chiulli in primis, che si domandano adesso come si farà a saldarli con la sola gestione ancora in piedi della disinfestazione e degli impianti sportivi.
«E' chiaro che non hanno nessuna intenzione di sciogliere il Considan e il sindaco vuole mantenere in piedi questo carrozzone con tutte le poltrone che con esso possono essere occupate».
Ci va giù duro il consigliere Adriano Chiulli che non intravede nelle spiegazioni del Comune motivi plausibili per la scelta effettuata.
E a due giorni dal consiglio comunale che di fatto ha dato nuova linfa vitale all'ente che sembrava ormai in agonia, sono intervenuti anche Antonio Melchiorre e Sergio Mazzone consiglieri del Considan e rappresentanti dei Comuni di Città Sant'Angelo e Silvi.
Anche da parte loro una lieve retromarcia su quello che era apparso nei giorni scorsi come un ultimatum generale: «noi non avevamo mai aderito alle richieste di dimissioni immediate richieste dal sindaco Cordoma in quanto riteniamo di dover rispondere solo ai cittadini che rappresentiamo».
I due sottolineano, inoltre, di aver operato «sempre nell'interesse dell'Ente e delle Comunità rappresentate» e che «l'avvocato in questione» (ovvero Gianluca Di Blasio) «è sempre stato legato all'ente» e che sempre lui «è anche il patrocinante di tutti i contenziosi che il Considan ha ancora in corso».
Quindi perchè scandalizzarsi se gli viene affidata una consulenza?
I due, inoltre, ringraziano anche il direttore dimissionario «per aver avuto il coraggio di amministrare il consorzio in un momento difficile, dominato da una politica impazzita».
Quale sarà il futuro dell'ente? Melchiorre e Mazzone hanno le idee chiare: «saranno i Comuni di Montesilvano, Silvi e Città Sant'Angelo a decidere» e nel caso in cui ci saranno nuove nomine «ci auguriamo un organismo molto snello e dai costi bassissimi».
Il Capogruppo di An, Benito Olivieri si scaglia invece contro il consigliere Antonio Maragno (Mpvl) che ieri aveva criticato la scelta della maggioranza.
«Maragno – spiega Olivieri - farebbe bene a pensare a fare il Consigliere comunale visto che puntualmente, ad ogni seduta di Consiglio Comunale, abbandona l'aula per trenta minuti. Vorrei sapere con quale faccia incontra i suoi elettori, nel momento in cui sanno di essere rappresentati in Consiglio da un fantasma. Eviti quindi di occuparsi di poltrone e Cda perché di questi nel Considan non ce ne saranno più.

A.L.

14/06/2008 10.38

[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=CONSIDAN&mid=6&action=showall&andor=AND]TUTTE LE VICENDE DEL CONSIDAN[/url]