«Ottima qualità delle acque del più grande bacino naturale dell’Abruzzo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

888

SCANNO. Promosso il lago di Scanno. Sono risultati tutti puliti i cinque campioni prelevati il 9 giugno dai tecnici della campagna Goletta dei Laghi – Cigno Azzurro di Legambiente, che per la prima volta ha fatto tappa in Abruzzo analizzando le acque del più grande bacino naturale della regione.
Goletta dei Laghi – Cigno Azzurro è la campagna itinerante di Legambiente che si occupa del monitoraggio e della tutela delle acque di balneazione lacustri italiane. Giunta quest'anno alla terza edizione, la campagna è realizzata con il contributo di Cobat (Consorzio Obbligatorio delle Batterie Esauste) e Coou (Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati) e coinvolge fino al 5 agosto 30 laghi in 7 regioni della penisola con oltre 200 campionamenti.
«Dal punto di vista microbiologico e chimico-fisico la qualità delle acque di balneazione del lago di Scanno è risultata ottima, in armonia con una realtà paesaggistica e naturalistica che non rileva particolari situazioni di criticità», dichiara Katia Le Donne, portavoce di Goletta dei Laghi.
«Nei cinque punti di campionamento», dice Le Donne, «nessuno dei tre parametri indagati supera i limiti consentiti dalla normativa vigente. Anche il valore dell'ossigeno, indicatore dello stato ecologico del bacino, conferma il buono stato di salute del lago. Siamo soddisfatti dei risultati di questo primo passaggio della Goletta dei Laghi in Abruzzo – prosegue la portavoce – anche se c'è da evidenziare il fatto che il prelievo è stato eseguito in un periodo in cui la stagione turistica non è ancora avviata. Il lago di Scanno costituisce uno scenario ideale per raggiungere l'eccellenza turistica, come dimostra l'assegnazione al Comune di Scanno delle 4 vele della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano. Il lavoro sinergico delle amministrazioni comunali è fondamentale per fare in modo che questo specchio d'acqua diventi un vero e proprio modello di riferimento di gestione sostenibile del patrimonio lacustre».
Sul lago di Scanno, prima tappa della campagna, i tecnici hanno effettuato prelievi in 5 punti di campionamenti rappresentativi del lago, che ricalcano quelli monitorati dagli Enti preposti al controllo. Il monitoraggio di Goletta dei Laghi – Cigno Azzurro restituisce un'istantanea sullo stato di salute delle acque di balneazione in tempo reale. Legambiente seleziona i punti di prelievo in base alla presenza di bagnanti e alla criticità di alcune zone, quali immissari, industrie, esercizi alberghieri e scarichi.
«Le analisi, però», spiegano da Legambiente, «non vogliono in alcun modo sostituirsi alla valutazione di balneabilità dell'Azienda Regionale per la Tutela dell'Ambiente».

12/06/2008 12.32