Sitindustrie: «è una strada in salita ma dobbiamo farcela»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

767

SULMONA. Ieri si è svolto a Roma l’incontro per Sitindustrie: «è una strada in salita ma dobbiamo percorrerla con convinzione per sventare la chiusura dello stabilimento di Sulmona, perché è l’unica possibile». Così si è espresso l’assessore al lavoro Ermanno Giorgi all’uscita dall’incontro che si è svolto ieri presso il Ministero delle Attività Produttive.
Su proposta della Provincia dell'Aquila, si è stabilito di istituire un tavolo nazionale di settore presso il Ministero dello Sviluppo Economico per impedire, con la chiusura del sito di Sulmona, l'abbandono della branca industriale italiana della produzione di tubi in rame per la dissalazione delle acque; un settore destinato a crescere nei prossimi anni.
Il tavolo ha lo scopo di creare un pool di imprese italiane che sappia tener testa all'industria coreana, che, appoggiata dalla Cina, sta mettendo in atto una politica di mercato sottocosto per aggredire la concorrenza occidentale.
Nel frattempo un tavolo di riconversione industriale dovrà essere istituito presso l'assessorato alle Attività Produttive della Regione Abruzzo.
Un luogo di confronto permanente fra Regione, Provincia, Comune di Sulmona, sindacati e rappresentanti territoriali del Parlamento per approfondire il caso Sitindustrie, e non solo, e ponderare le strategie territoriali da attivare.
La proposta della Provincia, che ha visto d'accordo tutti i partecipanti alla delegazione, è stata accolta con favore dai rappresentanti del Ministero e dell'Azienda che nei prossimi giorni avvieranno i contatti necessari.

OLTRE 2MLN PER INFRASTRUTTURE IN AREE INDUSTRIALI

E proprio nello stesso giorno in cui si è discussa la difficile sorte dello stabilimento di Sulmona è arrivata una bella notizia per tutte le aree industriali della regione: risorse per oltre 2 milioni di euro per il completamento di infrastrutture a servizio delle aree industriali regionali saranno utilizzabili grazie al nulla osta che la Regione ha ottenuto dal Ministero dello Sviluppo economico.
Lo ha annunciato l'assessore alle Attività produttive, Antonio Boschetti.
Le amministrazioni beneficiarie delle risorse sono i Comuni di Miglianico, Loreto Aprutino, Civitella del Tronto, Sant'Egidio alla Vibrata, Fossacesia, Scerni, Navelli, Mosciano S.Angelo, Pratola Peligna, Silvi, Montesilvano, Oricola, Fossa, S.Demetrio, Sante Marie, Pizzoli, Castelfrentano, Carsoli, Civitella Casanova, Pescasseroli e i Consorzi per lo sviluppo industriale dell'Aquila, del Vastese e di Sulmona.
12/06/2008 10.20