Asilo via Sannio, «degrado pericoloso e promesse non mantenute»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

959

MONTESILVANO. Bambini dai 3 ai 6 anni costretti ad utilizzare come asilo una struttura fatiscente e malmessa, con muffa e fili scoperti, aule piccole, corridoi stretti e solo 4 bagni per circa 80 bambini. È la condizione stagnante dell’asilo in Via Sannio del I circolo didattico.
«Abbiamo più volte sollecitato l'amministrazione ad intervenire, per pulire quelle macchie umidità che di certo non sono una condizione igienica ottimale per i bambini che passano 8 ore al giorno in quelle aule» dichiara Caterina Fiorenzo, genitore e rappresentante di classe «l'anno scorso noi genitori ci siamo addirittura proposti volontari per pulire quelle enormi e nere macchie di umido chiedendo un permesso all'amministrazione, negato per problemi legati a sicurezza. Avevamo sperato però che i mesi estivi di chiusura sarebbero serviti per qualche intervento» continua la rappresentante.
Ma a settembre stessa identica situazione. Il Sindaco, ad inizio anno scolastico, decise di fare un sopralluogo «hanno promesso una soluzione, sono passati 9 mesi e non è cambiato quasi nulla», ha ripetuto Fiorenzo.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO: «SITUAZIONE GRAVISSIMA»

«C'è una situazione strutturale dell'edificio difficilissima» conferma il dirigente scolastico del I circolo didattico Domenico Terenzi che chiede un intervento radicale, una soluzione vista la «costante richiesta della struttura da parte del micro bacino di utenza in questa zona».
Oltre alle carenze interne alla struttura c'è anche un problema di livello. Nei primi di marzo un allagamento dell'ingresso principale dell'asilo ha costretto i bambini ad essere ospitati in quei giorni in altre strutture, causando ovvi disagi.
«Questo edificio», afferma il dirigente,«dovrebbe essere rifatto completamente, oppure devono dotarci di un'altra sede con classi sistemate in luoghi idonei, spazi ampi a sicuri. Tre aule piccole per quasi 80 bambini non sono sufficienti».
Dopo il sopralluogo a settembre, il Comune ha risistemato gli impianti idrici, «ma il resto? », si chiedono i genitori.

MARAGNO: «INTERVENGA LA ASL»

«Sembrerebbe incredibile, ma purtroppo è l'amara realtà constatare che a Montesilvano ci sono scuole materne come quella di via Sannio in cui i bambini sono costretti in minuscole aule circondati da mura impregnate di umidità e fili della corrente a vista. Ed è altrettanto assurdo che l'Amministrazione Comunale, pur consapevole della problematica, non provveda immediatamente ai lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza della struttura». E' questa la protesta di Francesco Maragno, consigliere del Movimento verso il Pdl.
Lo stesso Maragno ha provveduto a prendere atto dei disagi fatti presenti dai genitori presentando un'interrogazione comunale e chiedendo l'intervento della Asl, «la situazione è allarmante ed i bambini si ammalano di frequente».
«Appare assurdo» continua «che questa Amministrazione seguiti a non prendere nella dovuta considerazione queste problematiche, continuando a preoccuparsi di sperperare denaro pubblico in opere voluttuarie e dalla discutibile utilità».

Antonella Graziani 06/06/2008 8.09