Per gestire l’appalto da 2mln D’Ambrosio chiama l’ingegnere co-indagato

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2540

PIANELLA. In questi giorni è stato ripetuto più volte: “essere indagati non vuol dire nulla”. Ricevere un avviso di garanzia, infatti, non significa essere condannati. Dunque tutti uguali? Sta di fatto che di dimissioni non si parla, anzi, fioccano le promozioni ed i nuovi incarichi.


Poi accade che gli “effetti” dell'inchiesta Ciclone a Montesilvano siano già storia vecchia. Infatti uno degli imputati -senza alcun problema di sorta- ha già trovato una prolifera sponda per ritornare al lavoro con un nuovo contratto ma sempre di un ente pubblico super politicizzato.
Quello che, però, è successo a Pianella è un po' diverso, anche qui, niente di illegale fino a prova contraria, solo qualcuno continua a storcere il naso…
E' ancora il sindaco Giorgio D'Ambrosio a far parlare di sé e a far scatenare la minoranza nell'ennesima protesta, dopo il documento che limita l'accesso agli atti.
Dopo gli avvisi di garanzia per l'inchiesta sull'acqua avvelenata. Dopo l'avviso di garanzia per l'inchiesta Fangopoli.
Il 9 aprile scorso è stato firmato un protocollo d'intesa, con tanto di convenzione, relativo al finanziamento del Programma innovativo in ambito urbano denominato “Contratto di quartiere II”, che dovrebbe portare un finanziamento di fondi statali e regionali per opere da realizzare a Pianella.
Finanziamento pari a ben 2 milioni di euro.
Una cifra giudicata considerevole dai consiglieri del gruppo “Rinasce Pianella”, «tanti soldi, forse troppi, per affidarli a mani inesperte», spiega Sandro Marinelli, «e così, con delibera n. 78 del 14.05.2008, la Giunta comunale di Pianella decide di “confermare la figura di attività di supporto al Rup, esterna, nella persona dell'ing. Alessandro Antonacci, relativamente alle attività procedurali propedeutiche alla esecuzione del contratto, collaborazione nelle attività di esecuzione dell'opera“».
Insomma una consulenza esterna di supporto.
Parrebbe nulla di strano se non fosse che lo stesso ingegnere Antonacci, anche dirigente tecnico Ato4, altro non sia che uno degli indagati proprio nella inchiesta Fangopoli –dove figura anche D'Ambrosio- e per reati attinenti alla turbativa d'asta e alle presunte irregolarità di un mega appalto per il depuratore di Pescara.
Così, accade che un indagato (D'Ambrosio), in qualità di sindaco di Pianella, decide di affidare la responsabilità di un appalto da 2 milioni di euro ad un suo co-indagato, entrambi chiamati a breve a rispondere di reati contro la pubblica amministrazione.
Così si moltiplicano cariche e incarichi: ci sono l'ex presidente dell'Ato4 ed il dirigente-responsabile del procedimento degli appalti e poi ci sono il sindaco e la consulenza esterna per un finanziamento da 2 mln.
Ma i protagonisti rimangono gli stessi.
«Alla giunta comunale di Pianella», commenta Marinelli, «evidentemente tutto ciò non crea alcun imbarazzo, ma per il resto dei cittadini, convinti di vivere in una democrazia normale, tali provvedimenti, con i quali un indagato per abuso d'ufficio individua proprio il suo co-indagato nel medesimo procedimento per la gestione di quello che è probabilmente il più importante appalto degli ultimi 15 anni al Comune di Pianella, rasentano la beffa».
«Se qualcuno», conclude il consigliere di opposizione, «si chiedeva come mai, a differenza di tutti gli altri Comuni italiani, solo a Pianella la festa della Repubblica si celebra in una data diversa dal 2 giugno, probabilmente troverà la spiegazione in questa ed in altre surreali vicende».
Se è vero che gli avvisi di garanzia non sono una condanna è pur vero che lo stesso D'Ambrosio non ha trovato alcun intralcio nella sua vita di amministratore neppure dopo aver patteggiato una pena (dunque una sentenza che ammette la colpa) di qualche mese nel 1997 per il reato di truffa aggravata in concorso relativa alla erogazione di alcuni finanziamento pubblici.

05/06/2008 13.14

[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=fangopoli&mid=6&action=showall&andor=AND]TUTTO SU FANGOPOLI[/url]