Caro gasolio: in piazza la manifestazione dei pescatori

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

727

PESCARA. Un gruppo di pescatori ha manifestato questa mattina contro il caro gasolio nei pressi dell'asse attrezzato, prima di partire per Bruxelles dove e' previsto un vertice europeo su questo problema.

Il corteo di oggi ha toccato, tra l'altro, la Prefettura e la Capitaneria di porto, dalle 8 fino alle 9.30 circa.
«Si e' trattato», ha spiegato Francesco Scordella che ha parlato a nome della marineria di Pescara, «di una manifestazione pacifica, finalizzata a far capire quali sono le esigenze della categoria. La protesta - ha annunciato - proseguirà la prossima settimana, al rientro da Bruxelles».
Questa mattina la manifestazione ha creato dei disagi anche al traffico.
Ieri mattina, invece, il consigliere comunale del Pd Moreno Di Pietrantonio ha incontrato i pescatori.
«Da un confronto aperto e solidale», ha poi detto, «è emersa la necessità di dare maggiore ascolto alla protesta di questo importante e storico comparto economico cittadino».
Questa mattina, come capogruppo consiliare del Pd, il consigliere ha formalizzato la richiesta di un Consiglio Comunale Straordinario urgente in cui affrontare le emergenze che toccano il settore.
Oltre a questa emergenza il Consiglio sarà chiamato ad occuparsi anche del problema del dragaggio all'interno del Porto Canale, a ridosso delle banchine nord e sud su cui ormeggiano i pescatori.
«La città di Pescara è stata la prima di tutte le città abruzzesi a prendere una posizione a favore dei problemi della marineria», ha commentato soddisfatto il consigliere dei Socialisti Riccardo Padovano (ex assessore al mare).
«Lo abbiamo fatto con un ordine del giorno approvato nel Consiglio Comunale di venerdì scorso che ci impegna ad avere un ruolo attivo nelle iniziative che verranno intraprese sia contro il caro gasolio che sta colpendo il settore in tutta Europa, sia su altre questioni che influiscono sulla vita economica degli operatori della pesca che sono una grande risorsa per la città di Pescara, come per l'Abruzzo».
«Come amministrazione non perderemo occasione per sensibilizzare le autorità competenti», ha commentato anche l'assessore Blasioli, «sia su un problema di valenza europea come il caro-gasolio, che sulle altre problematiche che affliggono questo settore verso il quale ribadiamo la disponibilità al dialogo e alla collaborazione, come annunciato in varie occasioni di confronto».

03/06/2008 16.36