Sequestrata discarica di 6 mila metri quadri vicino al Megalò

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3086

Sequestrata discarica di 6 mila metri quadri vicino al Megalò
CHIETI. La Guardia di Finanza ha sequestrato un' area di oltre 6 mila metri quadrati adibita a deposito incontrollato di rifiuti pericolosi per la salute.
Nei giorni scorsi i militari del nucleo mobile della compagnia della Guardia di Finanza di Chieti, guidati e diretti dal capitano Antonio Matteo Stoico, hanno sequestro una vasta area sulla quale erano stati accatastati, in maniera incontrollata, rifiuti altamente inquinanti e pericolosi.
Il sito, a pochi passi dal centro commerciale Megalò era ben nascosto dalle alte mura di recinzione che delimitano l'area.
Ma quando i militari sono arrivati sul posto si sono trovati davanti una enorme montagna di rifiuti di ogni genere, alta circa sei metri ed estesa per quasi la totalità degli oltre seimila metri quadrati del sito sequestrato.
Il funzionario dell'Arta - dipartimento provinciale di Chieti – che ha coadiuvato i militari, ha proceduto alla catalogazione ed al prelevamento di campioni dei rifiuti liquidi e solidi rinvenuti e probabilmente solo nei prossimi giorni si avrà una idea precisa su che tipi di sostanze venivano smaltite in zona.
Il comandante Stoico ha invece proceduto alla denuncia all'autorita' giudiziaria del responsabile legale della società che svolgeva l'attività di stoccaggio dei rifiuti.
«L'operazione», ha commentato il capitano, «conferma l'incessante attività di controllo delle fiamme gialle del comando provinciale di Chieti nei servizi di polizia ambientale, diretti alla salvaguardia di un diritto soggettivo, costituzionalmente sancito, quale quello della salute pubblica e della tutela dell'ambiente».