Parte l'allerta "caldo", a Pescara si arriva a 31°

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1003

PESCARA. Manca ancora un mese all'inizio dell'estate ma già arriva la prima allerta caldo. Oggi in 5 città del centro sud, Pescara, Firenze, Bari, Palermo, Perugia, scatterà il 'livello 2' di attenzione della Protezione Civile, con temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio.
Il livello massimo (grado 3, che segnala un'ondata di calore in corso) per ora non viene toccato.
Vi sono alcune categorie di popolazione più a rischio di altre, per via di condizioni fisiche generalmente compromesse e che non consentono di rispondere adeguatamente ai cambiamenti di temperatura nel caso degli anziani, e per una minor superficie corporea e autosufficienza nel caso dei bambini.
Il bollettino è del Sistema Nazionale di Sorveglianza, previsione e di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione', attivato nel 2004 dalla Protezione Civile.
Dal 15 maggio al 15 settembre 2008 è attivato il programma di sorveglianza, prevenzione e allarme degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione in 26 città italiane, tra cui Pescara.
L'Associazione ASSO, che dall'anno 2003 cura, in collaborazione con il Comune di Pescara le iniziative in favore degli Anziani nel periodo estivo, come negli anni passati inserisce il Bollettino nel proprio sito web ( QUI) per consentire una più facile consultazione delle previsioni per la giornata in corso e per le due successive.
La Protezione Civile ha istituito nelle grandi aree urbane una rete di sistemi di allarme in grado di prevedere, anche con tre giorni di anticipo, il verificarsi di condizioni climatiche a rischio e il loro impatto sulla salute della popolazione, nonché di identificare gli individui più sensibili.
Il bollettino diramato nella mattinata di ieri, prevede, per la giornata di Mercoledì 28, un temperatura massima percepita di quasi 31 gradi

I CONSIGLI DI COLDIRETTI

Consumare frutta e verdura fresca di stagione aiuta a prevenire il rischio di colpi di calore che potrebbero creare problemi alla salute. È quanto consiglia la Coldiretti che aggiunge anche la scelta di abiti leggeri chiari di cotone o in altre fibre naturali, docce tiepide, luoghi ombreggiati, trucco leggero e profumi con essenze naturali ma, soprattutto, un'alimentazione con acqua e cibi rinfrescanti per reintegrare acqua e sali minerali persi con l'eccessiva sudorazione.
Fermamente sconsigliato bere bibite ghiacciate poiché l'improvviso raffreddamento, indotto dal liquido molto freddo, può ridurre considerevolmente la funzionalità dell'apparato digerente determinando fenomeni di congestione.
27/05/2008 10.11
GUARDA L'ULTIMO BOLLETTINO