Domenica 25 giornata delle Oasi Wwf in Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1080

ABRUZZO. Domani, domenica 25 maggio, si festeggia anche in Abruzzo la Giornata delle Oasi WWF. I programmi delle varie Oasi prevedono escursioni, laboratori didattici, educazione ambientale per bambini, giochi, visite a centri e musei, spuntini a base di prodotti tipici e tanto altro.
L'Oasi dei Calanchi di Atri (TE), l'Oasi delle Cascate del Verde di Borrello (CH), l'Oasi delle Gole del Sagittario di Anversa degli Abruzzi (AQ), l'Oasi del Lago di Penne (PE) e l'Oasi delle Sorgenti del Pescara a Popoli (PE) sono pronte ad accogliere tutti coloro che vogliono passare una giornata immersi nella natura.
«Fortunatamente», ha commentato Dante Caserta, presidente del Wwf Abruzzo, «la nostra regione non è solo la discarica abusiva di Bussi, ma è anche la straordinaria biodiversità ospitata nelle nostre Oasi come nelle altre aree naturali protette regionali. La giornata delle Oasi è un modo per conoscere la bellezza della natura abruzzese e quanto viene fatto concretamente nelle aree protette gestite dal WWF».
L'evento centrale regionale della Giornata abruzzese delle Oasi 2008 si svolgerà nell'Oasi delle Sorgenti del Pescara a Popoli, una delle riserve naturali “storiche” della regione, istituita nel 1986.
L'Oasi ospita una vasta area sorgentifera di circa 50 ettari, circondata da una fascia di rispetto di 86 ettari.
Il cuore della riserva è rappresentato proprio dal limpido specchio d'acqua, uno straordinario colpo d'occhio che si forma all'improvviso da più di 60 piccole e grandi polle di acqua provenienti, per la maggior parte dall'altopiano di Campo Imperatore.
Questa grande quantità di acqua, circa 7.000 litri/secondo, forma il Fiume Pescara che dopo qualche chilometro confluisce nel Fiume Aterno, dando vita al Fiume Aterno-Pescara.
Una giornata di speranza per la regione.
24/05/2008 12.13