Venti anni di Erasmus, 682 studenti da Teramo alla scoperta del mondo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

682

TERAMO. Sono 682 gli studenti dell’Università di Teramo che, dal 1994 ad oggi, hanno partecipato al programma Erasmus e 554 gli studenti europei ospiti dell’Ateneo teramano. Sono stati 187 gli accordi con università straniere stipulati dall’Ateneo di Teramo.





È il bilancio tracciato ieri in occasione dei festeggiamenti per i venti anni di Erasmus, che si sono tenuti nell'Aula Magna del Campus universitario di Coste Sant'Agostino.
«Un bilancio positivo – ha sottolineato Maria Cristina Giannini, delegata alle Relazioni internazionali dell'Università di Teramo – soprattutto se si considera che, come si evince dal Rapporto Italia sulla mobilità Erasmus 2005/2006, università con popolazioni studentesche maggiori della nostra, presentano un'incidenza minore di partecipanti al programma».
«Negli anni – ha proseguito – le richieste di partecipazione all'Erasmus, attivo nell'Ateneo di Teramo dall'anno accademico 1994/95, sono notevolmente cresciute».
Per il prossimo anno accademico hanno già presentato domanda 133 studenti. Inoltre, accanto alle tradizionali università di lingua spagnola, l'Ateneo ha concluso accordi con i principali atenei «dell'est europeo, della Grecia, della Turchia e dell'Europa occidentale».
La cerimonia per il ventennale Erasmus, infatti, si è svolta, in collegamento video con l'anfiteatro Jean Monnet dell'Università di Cluj-Napoca, in Romania, dove erano presenti i rappresentanti delle Università rumene partner dell'Ateneo di Teramo: le Università di Bucarest e Oradea, l'Università Romeno-Americana di Bucarest, le Università di Scienze Agrarie e Medicina Veterinaria di Bucarest e di Cluj-Napoca, l'Università Babes-Bolyai di Cluj-Napoca.
Alla cerimonia – introdotta dalla Giannini – dopo i saluti del rettore, Mauro Mattioli, sono intervenuti Clara Grano, coordinatore nazionale Erasmus, e Massimo Gaudina, della Commissione Europea che, oltre a sottolineare i traguardi raggiunti con il progetto Erasmus, si è soffermato sul dialogo interculturale, tema dell'anno per l'Unione Europea.
Naturalmente erano presenti gli studenti stranieri che stanno svolgendo il programma Erasmus nell'Ateneo e gli universitari teramani ospiti di altre università europee.
Infine, è stato presentato il Centro di Documentazione Europea attivato presso l'Università degli Studi di Teramo dalla Commissione europea per promuovere e sviluppare l'insegnamento e la ricerca sull'integrazione europea, ma anche per far conoscere ai cittadini europei le politiche dell'Unione.
I festeggiamenti si sono conclusi con l'esecuzione dell'Inno Europeo, a cura del Coro dell'Università degli Studi di Teramo, e con il taglio della torta di compleanno Erasmus.
20/05/2008 11.26