Sfonda la porta di casa e prende a schiaffi la ex moglie

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3700

CHIETI. Una ordinanza del tribunale di Vasto aveva disposto che non si avvicinasse più alla ex moglie e ai figli. Comportamenti violenti e continue minacce avevano infatti convinto il giudice, nel 2004, a tenere quell’uomo lontano dalla sua famiglia. OPERAIO DENUNCIATO PER VIOLENZA SESSUALE SU MINORE
Ieri sera, invece, l'ex marito l'ha fatto. Verso l'una, in preda ad un raptus di follia, ha sfondato la porta dell'abitazione di piazza del Templi Romani, dove vive la donna, e l'ha presa a schiaffi.
Lei dopo qualche minuto è riuscita a divincolarsi e a scappare.
Si è chiusa nella sua macchina, spaventata e sotto shock ha preso il telefonino e ha chiamato i carabinieri.
I militari sono arrivati subito e a loro la donna ha spiegato la sua storia.
L'ex marito, Remo Ciancone di 37 anni è un commerciante pluripregiudicato di Agnone, in provincia di Isernia e residente a Castiglione Messer Marino.
I militari prima di procedere all'irruzione nell'appartamento, da cui l'uomo non era ancora uscito, hanno accertato dalla banca dati che era stata emessa un'ordinanza del 2004 del Tribunale di Vasto con la quale gli si vietava di avvicinarsi alla ex moglie ed ai figli.
In più l'uomo è risultato in possesso di numerosi precedenti penali tra cui un arresto per stupefacenti lo scorso 2 maggio.
A quel punto quattro carabinieri hanno fatto irruzione e sono riusciti ad immobilizzare l'uomo che, nel frattempo, si era disteso nel letto come se niente fosse accaduto.
Ciancone è stato perquisito ed è stato trovato in possesso di circa 30 grammi di cocaina e circa 4.000 euro, sicuro provento dell'attività di spaccio.
Sono così scattate le manette per la detenzione illecita dello stupefacente.
Inoltre dovrà rispondere anche della violazione della ordinanza che era stata emessa proprio a seguito dei comportamenti violenti e minatori nei riguardi della ex moglie
17/05/2008 9.45

[pagebreak]

OPERAIO DENUNCIATO PER VIOLENZA SESSUALE SU MINORE

CITTA' SANT'ANGELO. Una denuncia per violenza sessuale: il destinatario è F.G. un operaio di 38 anni di Città Sant'Angelo.

Fedina penale pulita, adesso dovrà rispondere di violenza sessuale ai danni di una minorenne.
La vittima ha appena 11 anni. I due non si conoscevano prima. Tutto sarebbe accaduto giovedì scorso. L'operaio si è avvicinato alla bambina che stava uscendo di casa per recarsi a scuola.
Senza che lei potesse accorgersene l'ha afferrata per un braccio e l'ha costretta a toccargli le parti intime.
La ragazzina spaventata ha cominciato a gridare e l'uomo è scappato.
Lei invece è ritornata a casa dove ha raccontato tutto ai genitori che hanno deciso di denunciare l'episodio ai carabinieri.
Grazie alla descrizione dell'uomo fatta dalla vittima si è risaliti al responsabile che è stato denunciato a piede libero.
17/05/2008 10.00