Le analisi dell’Arta confermano: «idrocarburi al Turchino»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4140

SAN VITO CHIETINO. Sono arrivati i risultati delle analisi dall’Arta: il campione preso al Turchino testimonia la presenza di idrocarburi. Questo prova che, per quanto riguarda la zona indicata, si può parlare di inquinamento. La notizia arriva da Andrea Natale, responsabile del gruppo Mare del Wwf Abruzzo che ha ringraziato gli esperti dell’agenzia regionale per la tutela dell’ambiente per la tempestività. Purtroppo, però, le notizie non sono buone. MILIONI DI BARILI POCO PIU’ AL LARGO

SAN VITO CHIETINO. Sono arrivati i risultati delle analisi dall'Arta: il campione preso al Turchino testimonia la presenza di idrocarburi. Questo prova che, per quanto riguarda la zona indicata, si può parlare di inquinamento.
La notizia arriva da Andrea Natale, responsabile del gruppo Mare del Wwf Abruzzo che ha ringraziato gli esperti dell'agenzia regionale per la tutela dell'ambiente per la tempestività.
Purtroppo, però, le notizie non sono buone.

MILIONI DI BARILI POCO PIU' AL LARGO



«Questa è la dimostrazione», continua Natale, «che come sua prassi, il Wwf non aveva creato nessun allarme sociale, ma semplicemente segnalato una situazione confermata poi dagli organi di controllo».
I responsabili dell'associazione si riferiscono senza dubbio alle dichiarazioni del sindaco di San Vito che aveva chiesto agli ambientalisti di non creare paure infondate nella popolazione.
«Ad oggi non si conosce l'origine di questo inquinamento», continua Natale, «ed è compito delle Autorità l'accertamento dei fatti e delle responsabilità, anche per evitare che episodi del genere si ripetano in futuro».
Il Wwf rinnova l'invito ai sindaci, estendendolo all'Arta e alla Capitaneria di Porto, «per una collaborazione finalizzata alla tutela dell'ambiente costiero e marino della Provincia di Chieti».
L'associazione, viste le numerose sollecitazioni e le segnalazioni arrivate, sta maturando l'idea di avviare un monitoraggio periodico abbinato ad eventi informativi per fare chiarezza su avvenimenti e situazioni, come ad esempio la presenza delle piattaforme, che hanno riguardato e riguarderanno le zone costiere della Provincia di Chieti e «sui quali c'è un forte deficit informativo»
15/05/2008 13.24

MILIONI DI BARILI POCO PIU' AL LARGO

«Purtroppo le nostre preoccupazioni sono state confermate», commenta Roberto Nardone del comitato Occhi del popolo.
«Nessuno voleva procurare falsi allarmi», dice, «anzi si tratta dell'esatto contrario, essere presenti e partecipi su tutto il territorio a differenza di coloro che pretendono di fare politica dalla stanza dei bottoni, giudicando senza conoscere. Non sappiamo dare ancora una provenienza precisa a questo tipo di inquinamento, ma ci stiamo attivando insieme al WWF ed altre associazioni per chiarire questo ennesimo aspetto della vicenda. Sembra superfluo a questo punto chiedere al Sindaco Catenaro di ritirare la denuncia minacciata la settimana scorsa ai vertici provinciali del WWF, lo riteniamo un atto dovuto di correttezza morale e politica».
Ma il malumore è alto perché i cittadini lamentano una netta chiusura della amministrazione comunale di San Vito sul tema “petrolio”.
Eppure avevano solo chiesto di aprire un canale di informazione diretta con i cittadini sui rischi e problemi sull'istallazione di una piattaforma, a poche miglia dalla nostra costa.
Tutto caduto nel vuoto.
Così come successo da tempo ad Ortona anche a San Vito è la gente spontaneamente che si mobilita contro l'amministrazione: lo scopo è vederci chiaro.
Ad Ortona il Centro oli a San Vito le piattaforme di perforazione “Ombrina mare” della Medoilgas, sette miglia più al largo che nelle scorse settimane ha ultimato le perforazioni annunciando il ritrovamento di miliardi di barili di greggio.
Così la parola d'ordine sembra essere mobilitazione.

16/05/2008 8.24


VEDI IL IL RAPPORTO DELL'ARTA


[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=15182]LA NOTIZIA DEI GIORNI SCORSI[/url]
[url=http://picasaweb.google.it/occhidelpopolo/Petrolio/photo#s5195817731930162338]GUARDA TUTTE LE FOTO[/url]